Cronaca Via Perluigi Rotta e Matteo Demenego

Gabrielli a Trieste per Matteo e Pierluigi: “Chiediamo giustizia”

Così il capo della Polizia di Stato - Direttore generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli alla cerimonia di intitolazione del piazzale antistante la Questura a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, gli agenti di Polizia uccisi lo scorso 4 ottobre

"Pretendiamo, fiduciosi nelle istituzioni, che siano riconosciute le responsabilità e venga attribuita la giusta sanzione per questo crimine. Solo così, in un'aula di corte d'assise, si potrà mettere la parola fine a questa tragica storia”. Così il capo della Polizia di Stato - Direttore generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli alla cerimonia di intitolazione del piazzale antistante la Questura a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, gli agenti di Polizia uccisi lo scorso 4 ottobre. La cerimonia ha avuto luogo nel piazzale stesso dopo la solenne messa alla chiesa di Sant'Antonio, nell'ambito delle celebrazioni dell'anniversario del tragico evento.

“Mi sono chiesto – ha dichiarato Gabrielli - com'era possibile, in un'amministrazione che vanta così tanti caduti, che questi due ragazzi fossero entrati nel sentire di tanta parte del paese. Probabilmente hanno lasciato il segno proprio per il contrasto tra la loro fine tragica e il loro sorriso, la loro voglia di vivere e il messagio che hanno consegnato. Un messaggio per noi che serviamo il paese in divisa, perché il nostro essere al servizio della comunità dev'essere fatto con pazienza, con amore, coinvolgimento emotivo e il sorriso sulle labbra, anche se l'inizio di un servizio può, come dimostrato un anno fa, rivelarsi funesto. I Figli delle stelle ci hanno lasciato un grande gesto d'amore, e ci hanno insegnato come dobbiamo interpretare il nostro servizio”. 

“Facendomi interprete di un sentimento delle famiglie – ha continuato il capo della Polizia -, mai questa vicenda potrà avere la parola fine, per il loro dolore e per la mancanza che il duplice omicidio ha comportato. Invece per noi uomini delle istituzioni e per i cittadini di questo paese attendiamo che ci sia una parola fine, e dovrà essere in un'aula di Tribunale”.

"La città non vi dimenticherà mai": Matteo e Pierluigi sono cittadini onorari di Trieste

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gabrielli a Trieste per Matteo e Pierluigi: “Chiediamo giustizia”

TriestePrima è in caricamento