menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finanziaria 2016, Serracchiani incassa il parere positivo da parte dei sindacati (VIDEO)

La presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, con l'assessore regionale alle Finanze Francesco Peroni, si è confrontata con le parti sociali sulle proposte inerenti la manovra finanziaria 2016: «Siamo davanti a una Finanziaria regionale dove non si tagliano risorse»

La presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, con l'assessore regionale alle Finanze Francesco Peroni, si è confrontata con le parti sociali sulle proposte inerenti la manovra finanziaria 2016.

Si è trattato di un incontro che la presidente ha considerato positivo perché "siamo davanti a una Finanziaria regionale dove non si tagliano risorse e dove riusciamo ad allocare importi maggiori su alcuni temi importanti quali, ad esempio, gli ulteriori 50 milioni di euro sulla Sanità e 14 milioni sulle Infrastrutture" ma ha anche ricordato che "abbiamo anticipato le risorse per la Cultura in modo da permettere una migliore programmazione" e dedicato una maggiore attenzione alle Politiche attive del Lavoro e alla Formazione.

Con la Riforma degli Enti locali e con la legge di Riforma della Finanza locale, ha poi chiarito la presidente, per la prima volta nella storia del Bilancio regionale tutte le risorse destinate ai Comuni sono allocate interamente in Bilancio. "Questo consente ai sindaci di pianificare e programmare" ha affermato.

Serracchiani ha evidenziato la continuità, anche con questa legge Finanziaria, nel dare corpo al percorso di riforme importanti "che abbiamo intrapreso: Sanità, Enti locali e Rilancimpresa FVG" e ha voluto precisare come i maggiori importi destinati al settore della Sanità, 50 milioni di euro, "sono la costante con cui diamo attuazione alla parte della Riforma che prevede la realizzazione sul territorio dei Centri di assistenza primaria; dunque - ha aggiunto - si tratta di un trasferimento di risorse sul territorio per fare sullo stesso ciò che prevede la Riforma oltre che per occuparci del personale della Sanità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


L'assessore Peroni, illustrando nel dettaglio i dati, ha ribadito come "questa manovra finanziaria ci consente di partire dallo stesso punto di partenza dello scorso esercizio, dalle stesse cifre e questo non è consueto e ci ha permesso anche di anticipare alcune risorse". Le disponibilità finanziarie complessive nel 2016 si mantengono in linea, dunque, con quelle del Bilancio di previsione 2015, registrando alcuni significativi incrementi in alcuni ambiti.

Il 2016 si gioverà, secondo Peroni, non solo di risorse invariate rispetto allo scorso esercizio, ma consentirà anche, in qualche settore, un'anticipazione degli ulteriori stanziamenti, iscritti lo scorso anno in assestamento. Da parte dei sindacati, che hanno evidenziato una sostanziale condivisione per la manovra, c'è stata la richiesta di porre attenzione al tema del Comparto unico, in particolare sulle questioni contrattuali.

Fra gli interventi, Giovanni Fania, segretario generale della CISL regionale, ha rilevato come si tratti di una manovra positiva e ne ha valorizzato, in particolare, le risorse utili per il rilancio della Riforma della Sanità regionale con la specifica di comprendere meglio come verranno declinati i 50 milioni di euro in Sanità.

Franco Belci, segretario generale CGIL regionale, ha ritenuto favorevole mirare gli interventi per far decollare le riforme e ha definito le risorse in più, nella Sanità, come un investimento necessario per poter poi ottenere dei risparmi.

L'impostazione della manovra è stata condivisa anche da Giovanni Zanuttini, segretario generale CONFSAL, che ha auspicato una velocità di immissione in circolo delle risorse, anche europee, sottolineando, in particolare, gli aspetti legati alla Formazione professionale.

Sono intervenuti anche Matteo Cernigoi segretario generale UGL FVG, Fabio Benvenuto segretario regionale CISAL FVG e, per l'Associazione Piccole e Medie Industrie FVG, Lucia Pin.

Sul provvedimento si esprimerà giovedì il Consiglio delle Autonomie Locali (CAL). La monovra finanziaria tornerà all'esame della Giunta regionale venerdì prossimo.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

social

Come cucinare una carbonara perfetta: la ricetta originale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento