Cronaca Piazza della Repubblica

FIOM: «A Trieste situazione lavorativa drammatica, oltre 8000 disoccupati» (FOTO)

Erika Innendorfer della segretarie provinciale Fiom spiega che «Il motivo della raccolta di firme odierna sono sia la carenza che lo stillicidio continuo di perdita di posti di lavoro nella città di Trieste»

Pomeriggio di raccolta firme per la FIOM in via Dante incrocio con piazza della Repubblica.

Erika Innendorfer della segreteria provinciale Fiom spiega che «I motivi odierni della raccolta di firme sono sia la carenza che lo stillicidio continuo di perdita di posti di lavoro nella città di Trieste.Chiediamo tra l'altro che i lavoratori della Sertubi licenziati siano i primi reintegrati nei nuovi posti di lavoro della nuova “Siderurgia Triestina”».

24mar2015. Banchetto FIOM(Foto Luca Marsi)

«Chiediamo tutele e diritti anche per tutti gli altri lavoratori – prosegue la sindacalista - che hanno perso il lavoro nonché per i lavoratori interinali, che dopo un certo periodo di tempo, non trovano più nessun tipo di occupazione. Aggiungiamo la cifra abnorme di ben 8000 disoccupati solo a Trieste e la quadratura impietosa della situazione lavorativa triestina è presto fatta. La FIOM presenta un programma Erika Innendorfer-2di risanamento della città con una serie articolata di proposte per il lavoro».

«Pensiamo – spiega Innendorfer - che questa nostra iniziativa debba essere comunque divulgata più possibile. L’interesse per questa iniziativa è incredibile, basti pensare che in due ore oggi in piazza abbiamo raccolto oltre 200 firme che con quelle già prese superiamo le 1000. Andremo avanti ancora alcuni giorni e poi proporremo ulteriori iniziative alla cittadinanza rivolta in special modo alle istituzioni.

«Le firme - conclude l’esponente della FIOM -  saranno poi consegnate in blocco alle diverse istituzioni che governano questa città, il Comune, la Provincia e la Regione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FIOM: «A Trieste situazione lavorativa drammatica, oltre 8000 disoccupati» (FOTO)
TriestePrima è in caricamento