menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco il Dpcm anti varianti: che cosa cambia dal 6 marzo

La variante inglese è prevalente e si diffonde nelle scuole, ma preoccupano anche la brasiliana e sudafricana. Firmato il primo decreto ministeriale del nuovo governo per contrastare la diffusione del coronavirus. Ecco tutte le nuove regole

Nuovo Dpcm, le nuove regole: cosa cambia dal 6 marzo

Il presidente del Consiglio Mario Draghi non cambia, al momento, le modalità per fissare le regole anti-covid: il 6 marzo entrerà in vigore un nuovo Dpcm - Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri - che viene illustrato questa sera in conferenza stampa dalla Ministra per gli Affari Regionale, Mariastella Gelmini, e dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, nel cortile di Palazzo Chigi. Le restrizioni comprenderanno anche i gironi di Pasqua e Pasquetta. 

"La vittoria della battaglia sanitaria è la prima mattonella" per la ripresa, ha detto il Ministro Speranza "facciamo i conti però con le varianti. Il Dpcm prova a mantenere un impianto di conservazione delle misure essenziali vigenti, ed è confermato il modello per aree e colori, sulla base del quadro epidemiologico. Le festività pasquali sono comprese nella fascia del Dpcm. Il Governo valuterà, con il supporto tecnico-scientifico, l'evoluzione della curva epidemiologica e valuterà nelle settimane che verranno come eventualmente adeguare le misure rispetto a un obiettivo che al momento e' piuttosto distante sul piano temporale". 

"Non è un decreto last minute - ha detto la ministra Gelmini - abbiamo provato di acquisire il punto di vista degli amministratori - quindi il ringraziamento alle regioni e ai comuni. Le disposizioni per il cambio di fascia (colori) quindi non partiranno dal week-end - ma dal lunedì". 

"La variante inglese è prevalente e ha una elevata capacità di diffusione tra le fasce di popolazione più giovane". Come ha spiegato da Silvio Brusaferro dell'istituto superiore di sanità la variante inglese si diffonde tra il 35 e il 40% più velocemente. "Nella prima metà di marzo sarà la variante dominante". Ma particolare apprensione arriva dalla diffusione della variante brasiliana che al 18 febbraio era stimata intorno al 4,3% (0%-36,2%). In particolare sarebbe diffusa nelle regioni del Centro Italia (Umbria, Toscana, Lazio, Marche).

Queste le misure che saranno in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021

  • Fino al 27 marzo confermato il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l'eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.
  • Si amplia il novero dei Paesi interessati della sperimentazione dei voli cosiddetti “COVID tested”. A chi è stato in Brasile nei 14 giorni precedenti è consentito l’ingresso in Italia anche per raggiungere domicilio, abitazione o residenza dei figli minori.
  • Nelle zone bianche resta solo l'obbligo di indossare la mascherina e quello di mantenere le distanze interpersonali, così come i protocolli di settore. Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti (fiere, congressi, discoteche e pubblico negli stadi).
  • Nelle zone rosse sospensione dell'attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Nelle zone arancioni e gialle i Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell'attività scolastica per via delle varianti e nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell'arco di 7 giorni.
  • Dal 27 marzo i musei (già riaperti durante la settimana in zona gialla) potranno riaprire anche il sabato e giorni festivi.
  • Dal 27 marzo, nelle zone gialle possibile riaprire teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento: la capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all`aperto e 200 al chiuso per ogni sala.
  • Restano chiuse palestre, piscine e impianti sciistici.

Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/dpcm-draghi-2-marzo.ht
Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/dpcm-draghi-2-marzo.htm

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
TriestePrima è in caricamento