rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
La Cabinovia / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Ovovia, il fronte dei contrari consegna le prime 900 firme in Comune

Se saranno approvate partirà la raccolta di 12mila firme per il referendum. Starc: "Molti dei firmatari hanno votato Dipiazza ma sono stufi di scelte calate dall'alto. Più partecipazione dei cittadini"

Sono state oggi consegnate le oltre 900 firme contro il progetto dell'ovovia, raccolte lo scorso sabato in meno di due ore e necessarie alla partenza della raccolta per il referendum. Il Comitato No Ovovia ha effettuato la consegna stamattina all'ufficio di Protocollo del Comune. Quando la Commissione dei Garanti avrà dichiarato ammissibile il quesito partirà la raccolta delle 12000 firme per indire il referendum e nei prossimi giorni verrà lanciata una campagna di raccolta fondi per l’organizzazione di altre iniziative per offrire ai cittadini un’informazione chiara ed esaustiva riguardo il progetto e il referendum.

Ringraziando i cittadini che, nonostante il tempo avverso hanno permesso di raccogliere in poco tempo quasi il doppio della quantità di firme necessarie, il presidente del Comitato No Ovovia William Starc ha dichiarato che "ora inizia un dibattito serio per una corretta informazione alla cittadinanza, che conti sulle partecipazioni e rivaluti gli organismi partecipativi decentrati. Il patrimonio ambientale del Porto Vecchio e del bosco Bovedo è patrimonio di tutta la città, va rilanciato in termini di sostenibilità e abbiamo avviato la campagna referendaria perché riteniamo che il progetto non abbia i requisiti".  

"Questa è una sfida per riavvicinare la gente alla politica - ha spiegato l'esponente del Comitato -, la partecipazione non è una questione di poca intelligenza o ideologia da parte dei cittadini, è un principio scandito dalla nostra costituzione. Vogliamo riavvicinare quel 54 percento dei cittadini che non vanno più a votare, alla racolta firme molti ci hanno detto che questa è l'occasione per riappropriarsi di un diritto fondamentale. Molti hanno votato questa amministrazione ma non sopportano più l'arroganza dimostrata nel calare scelte dall'alto e vogliono un confronto con l'amministrazione comunale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ovovia, il fronte dei contrari consegna le prime 900 firme in Comune

TriestePrima è in caricamento