rotate-mobile
Cronaca Piazza Venezia

Provvedimenti “anti movida”: un flash mob per dire “davvero basta”

Protesta nata anche dal recente Piano di Classificazione acustica del Comune, che prevede una gabella di 106 euro per l'organizzazione di concerti all'aperto e l'aggiunta di adempienze burocratiche. Alex Bini: "Una direttiva nazionale mal gestita"

Una protesta sottoforma di flash mob contro la recente gestione comunale della "movida" cittadina sarà organizzato lunedì 29 luglio con partenza da piazza Venezia e destinazione viale XX Settembre: lo comunica Alex Bini, ideatore del gruppo Facebook “Davvero Basta”.

Il Piano di classificazione acustica del Comune

L'iniziativa nasce in seguito a provvedimenti tra cui il recente Piano comunale di classificazione acustica che, come dichiarato nel testo di una mozione dal consigliere Paolo Menis del Movimento 5 Stelle "ha comportato per i titolari di pubblici esercizi ulteriori incombenze burocratiche e una gabella da 106 euro per l’organizzazione di concerti, manifestazioni e altri eventi che prevedono l’utilizzo di impianti sonori in luogo pubblico o aperto al pubblico". Il piano prevede anche una complessa richiesta di autorizzazione che deve essere presentata dai gestori dei locali al Comune almeno 30 giorni prima di qualsiasi evento musicale all'aperto e, sottolinea sempre Menis "la richiesta può essere rigettata senza la restituzione dei 106 euro". La mozione del Movimento 5 Stelle (che chiedeva modifiche del piano per agevolare i gestori dei locali) è stata poi respinta in Consiglio Comunale.

Alex Bini: "Direttive nazionali mal gestite"

Alex Bini spiega che il flash mob di protesta nasce per "salvaguardare la diffusione e aggregazione musicale a Trieste che causa direttive nazionali ma gestite in maniera non consona dalla politica locale, distrugge, limita o elimina ogni qualsivoglia progetto aggregativo, con evidenti e già successe situazioni di sospensione delle serate musicali e conseguente licenziamento o non ingaggiamento di forze di lavoro, limitando il sano divertimento dei residenti e non, anche sull'onda di una palese crescita turistica".

La conferenza stampa

Saranno presenti gli ideatori del flash mob unitamente a musicisti, cantanti, DJ, autori, organizzatori, gestori di locali e il apogruppo della Terza circoscrizione di Forza Italia Andrea Giovannini, pure gestore del ristorante l'Abbuffata e della immediata “Sagra della Sardella”. L'evento sarà preceduto da una conferenza stampa aperta al pubblico venerdì 26 luglio alle 10.30, al Chiosco Kennedy di Barcola (il primo della pineta di Barcola, ex capolinea 6).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provvedimenti “anti movida”: un flash mob per dire “davvero basta”

TriestePrima è in caricamento