Cronaca

Covid in Flex: 18 positivi, l'azienda tampona tutti i 600 dipendenti

Lo screening di massa, in collaborazione con Asugi, è iniziato oggi 25 marzo dopo i casi di positività registrati nel corso degli ultimi giorni

Tra le maestranze della Flex negli ultimi giorni sono stati registrate 18 positività e l'azienda, in collaborazione con Asugi, ha iniziato ad eseguire lo screening di massa su tutti i 600 dipendenti dello stabilimento sito in zona industriale. La conferma è arrivata, oltre che dalle segnalazioni di alcuni operai che hanno segnalato il "caso" a TriestePrima, anche dallo stesso segretario provinciale della Uil, Antonio Rodà. "Oggi sono iniziate le operazioni per tamponare tutta la popolazione aziendale - così Rodà - sulla base di una decisione che la stessa proprietà ha tempestivamente preso. Ora, per capire se siamo di fronte ad un focolaio oppure ad una sfortunata contemporaneità di eventi, bisognerà attendere l'esito dei test". 

L'azienda statunitense si occupa di componentistica elettronica ed è nata alla fine degli anni Sessanta nel distretto della Silicon Valley. Lo stabilimento triestino era stato acquisito nel 2015 dalla Alcatel.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Flex: 18 positivi, l'azienda tampona tutti i 600 dipendenti

TriestePrima è in caricamento