Mattarella e Pahor a Basovizza, l'omaggio in foiba e ai fucilati sloveni ora è ufficiale

A diffondere la notizia è una nota della presidenza slovena che conferma come la visita dei rispettivi capi di Stato ai due monumenti rappresenta un gesto di riconciliazione dal grande valore simbolico

Prima della cerimonia ufficiale in cui il Narodni Dom tornerà in possesso della comunità slovena di Trieste Sergio Mattarella e Borut Pahor renderanno omaggio alle vittime delle foibe e ai quattro fucilati nei rispettivi monumenti a Basovizza. Dopo il tira e molla delle ultime settimane sulla presenza dei capi di Stato ai due sacrari, ecco che le diplomazie dei due paesi sono riuscite a trovare la quadra. 

Il 13 luglio prossimo assumerà i contorni di una giornata storica per le vicende del confine orientale. Si tratterà infatti della "prima" di un presidente sloveno alla foiba di Basovizza, presenza richiesta a gran voce dai rappresentanti delle associazioni degli esuli, l'Unione degli Istriani su tutte. Subito dopo le due cerimonie a Basovizza, Mattarella e Pahor si recheranno a Trieste dove parteciperanno alla restituzione dell'edificio bruciato dai fascisti nel 1920. Secondo la nota emessa dalla presidenza slovena, si tratta di un gesto dal grande valore simbolico di riconciliazione che va a sottolineare l'importanza dei rapporti bilaterali tra le due repubbliche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento