Lunedì, 15 Luglio 2024
Trent'anni di Fondazione CRTrieste

La Fondazione CRTrieste festeggia trent'anni: tutti gli eventi

Dal 21 settembre al 1 ottobre 2022 al Salone degli Incanti incontri tematici e mostre. Gli spazi dell'ex Pescheria saranno divisi in tre sezioni: introduttiva, divulgativa ed espositiva

La Fondazione CRTrieste festeggia i suoi primi Trent’anni. Un impegno quotidiano fianco a fianco di Enti e Istituzioni locali, Associazioni, di cui hanno beneficiato dal 1992 a oggi 1.248 realtà per complessivi 5.374 interventi e un totale di 200 milioni di euro a favore della collettività e del suo benessere. Una storia che la Fondazione intende raccontare negli spazi dell’ex Pescheria Centrale - Salone degli Incanti con un evento a ingresso libero in programma dal 21 settembre al 1 ottobre 2022, suddiviso in quattro sezioni: introduttiva con un video di presentazione della Fondazione CRTrieste e del suo trentennale; esplicativa con cinque filmati dedicati ai macrosettori cui afferiscono le attività della Fondazione (Cultura, Giovani e Sport, Sociale, Ricerca scientifica, Salute); divulgativa con la proposta di un calendario di incontri tematici (inizio alle 18.30) intorno a argomenti di attualità di interesse per la collettività e legati ai settori di intervento; espositiva con “I tesori svelati”, una selezione di dipinti e sculture della Collezione d’Arte della Fondazione e le opere della Collezione “Arte e Industria” Stock, scelte dal curatore Lorenzo Michelli, corredate da un video. Il progetto dell’allestimento è curato dall’architetto Denise Gallino, Ufficio Tecnico della Fondazione CRTrieste.

Un evento aperto a tutti con il seguente orario: da mercoledì 21 a venerdì 23 e da lunedì 26 a venerdì 30 settembre : 11-13 e 16-20; sabato 24, Domenica 25 settembre e Sabato 1 ottobre: orario continuato 11-20. L’iniziativa è svolta in coorganizzazione con il Comune di Trieste.

Gli eventi

Giovedì 22 settembre ore 18.30, “Nuovo Cinema Trieste” Anteprima sulle ultime produzioni girate sul territorio - Trieste è sempre di più una location affermata come set per produzioni cinematografiche nazionali e internazionali. Nel corso dell’incontro, moderato da Elisa Grando, critica e giornalista cinematografica, sarà possibile avere un’anteprima delle più recenti produzioni girate in città e non ancora trasmesse sul grande e sul piccolo schermo. Intervengono: in presenza Chiara Omero, Coordinatore FVG Film Commission; da remoto i Manetti Bros, registi tra le cui pellicole si segnala Diabolik girato proprio a Trieste, e Gabriella Pession, attrice, protagonista di varie fiction italiane, tra cui "La Porta Rossa" filmato nel capoluogo giuliano.

Venerdì 23 settembre ore 18.30, “Bora, storia, memorie” Esperienze di vento nella città della Scienza - Come cambia il vento di Trieste? Come cambia il modo di vivere la Bora? La parola agli esperti e ai ricordi dei triestini, con pillole video, curiosità, interventi eolici a sorpresa. A cura dell’Associazione Museo della Bora.

Sabato 24 settembre ore 18.30, "Verso il Metaverso e oltre" Le nuove frontiere della comunicazione digitale - Il mondo è al centro di una nuova rivoluzione digitale che interesserà via via sempre più aspetti della vita quotidiana. Come cambierà il nostro domani sarà illustrato da Enrico Marchetto, Social Media Strategist, docente di Strategie Digitali per il Turismo all’Università degli Studi di Udine, Marketing Manager di Discover Trieste e consulente per Promoturismo FVG, Fondatore di Noiza, agenzia di Web Marketing, dialogherà con Nicolò Giraldi, scrittore e giornalista, Responsabile di Trieste Prima.

Lunedì 26 settembre ore 18.30, “Trieste, Scienza e Società” Ultime dall’Università degli Studi di Trieste - Trieste è conosciuta come la “città della scienza” dato il grande numero di Enti di Ricerca presenti sul territorio, tra cui l’Università degli Studi di Trieste ha sempre svolto un ruolo centrale. Fabio Pagan, giornalista scientifico, anima un dialogo su scienza e società tra attualità e futuro con gli interventi di: Sergio Paoletti, Presidente ICHD - International Council of Human Duties, sul rapporto tra Scienza, diritti e doveri umani, Sara Renata Francesca Marceglia, Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell'Università Di Trieste sulla Data science e “il lato umano dei dati” e Anna Gregorio, Dipartimento di Fisica dell'Università di Trieste, CEO di PicoSaTs - Spin-off dell'Università degli Studi Trieste su come si creano satelliti compatti e soluzioni avanzate che rendono lo spazio sempre più accessibile.

Martedì 27 settembre ore 18.30, “La città dei Teatri” Incontro con Ariella Reggio e Paolo Valerio. Anteprima delle nuove stagioni teatrali triestine - Trieste è la città dei teatri. A sottolinearlo un inedito “botta e risposta” tra Ariella Reggio e Paolo Valerio. A seguire i principali teatri della città avranno l’occasione di valorizzare cosa il pubblico potrà aspettarsi dai cartelloni con le testimonianze di: Giuliano Polo, sovrintendente della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi, Francesco Granbassi, presidente del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia - il Rossetti, Livia Amabilino, direttrice del Teatro Stabile La Contrada, Danijel Malalan, direttore del Teatro Stabile Sloveno Contatto, Francesco De Luca, direttore organizzativo del Teatro Miela / Bonawentura. Presenta: Michele Da Col.

Mercoledì 28 settembre ore 18.30, “Conversazione d’arte” Alla scoperta dei tesori della Fondazione CRTrieste - Una panoramica sui grandi dell’arte triestina. Umberto Bosazzi, giornalista, intervista Lorenzo Michelli, curatore e conservatore della Galleria Spazzapan di Gradisca, nonché curatore della mostra “I tesori svelati” allestita in occasione del Trentennale della Fondazione CRTrieste.

Giovedì 29 settembre ore 18.30, “Dialogo su Trieste e l’Architettura” - Marco Casamonti, architetto co-fondatore dello Studio Archea e docente dell’Università di Genova, traccia un approfondimento e una riflessione critica sull’architettura di Trieste e i progetti da lui realizzati. Sarà l’occasione per delineare in anteprima anche una nuova iniziativa ora in fase di studio.

Venerdì 30 settembre ore 18.30, “La città dello Sport” Non solo calcio e basket - Trieste è tra le città più sportive d’Italia, come recentemente ribadito da una classifica del quotidiano Il Sole 24 Ore. Condotto dal giornalista Giovanni Marzini, questo incontro vede l’intervento dei rappresentanti di diverse discipline praticate nel territorio: Mario Ghiacci, presidente della Pallacanestro Trieste, Marco Lo Duca, ex giocatore della Pallamano Trieste, Enrico Samer, presidente della Pallanuoto Trieste e Stefano Matarrese, Marketing Manager della Triestina calcio.

Mostre

In occasione del 30° anniversario, il curatore Lorenzo Michelli ha selezionato un insieme prestigioso e significativo di opere utili a comprendere la storia della città attraverso la ricerca visiva sviluppata nel corso dell'800 e del ‘900 che aiutano anche a definire le peculiarità dell'arte triestina collegata all'espressività di grandi centri culturali quali Venezia, Vienna e Monaco, luoghi di ricerca e di formazione dei molti artisti presenti. La parte espositiva è organizzata in: 5 sezioni (Azzurra, Oro, Rosa, Bianco/Nero, Argento Vivo), una parete dedicata a il “Pan” di Mascherini e un “tesoro nel tesoro” con le opere della Collezione “Arte e Industria” Stock.

I tesori svelati - La ricca Collezione d'Arte della Fondazione CRTrieste ha origine dal lungimirante processo di acquisizione di opere d’arte effettuato a partire dai primi anni del Novecento dalla Cassa di Risparmio di Trieste nell’ambito di un progetto di sostegno e valorizzazione degli artisti di area locale più rappresentativi. La Fondazione ha acquisito le opere di maggiore significato artistico e storico tra le 1.200 afferenti a quel nucleo storico al fine di garantirne il radicamento con il territorio triestino e di impedirne la dispersione conseguente alla fusione della Cassa di Risparmio di Trieste nel Gruppo UniCredito Italiano. Negli anni la Collezione è stata poi implementata da pregevoli opere scelte dalla Fondazione CRTrieste stessa. La raccolta testimonia la vicinanza dell'istituzione alla cultura, e nello specifico alle arti visive sviluppate dalla città, con opere che vanno dalla metà dell'Ottocento fino alla seconda metà del Novecento, periodo cruciale per una città che nel corso del secolo subì eccezionali trasformazioni.

A illustrare la Sezione Espositiva, nei giorni di apertura, ci saranno 15 studenti del Liceo Petrarca di Trieste, appositamente formati per l’occasione nell’ambito di un progetto PCTO – Percorsi per le Competenze Trasversali e l'Orientamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione CRTrieste festeggia trent'anni: tutti gli eventi
TriestePrima è in caricamento