Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Torna la "foto di classe a distanza", il progetto triestino che ha conquistato l'Italia

Riparte l’iniziativa nazionale che unisce a dispetto delle distanze: quest'anno ogni bambino sarà rappresentato dalla tessera di un puzzle nel nuovo layout

Ritorna la “Foto di classe a distanza”. Si avvicina la fine dell’anno scolastico e con essa cresce il desiderio dei genitori di lasciare dei ricordi positivi di questi mesi ai propri figli, nonostante le difficoltà del periodo che tutti noi stiamo vivendo. La fotografia di classe, infatti, ha da sempre trovato spazio nell’album di famiglia, dal momento che rappresenta l’istantanea di uno dei momenti più importanti della vita dei bambini: il percorso di formazione, di crescita e di socializzazione all’internodella scuola. Eppure il distanziamento sociale previsto dalle normative vigenti e l’obbligo delle mascherine sembrerebbe privare le famiglie di questa possibilità.

Un successo "inaspettato"

Per questo motivo, l’iniziativa ideata e realizzata lo scorso anno dallo studio fotografico Visual Art è stata un successo, per certi versi inaspettato. Partita da Trieste, la “Foto di classe a distanza” si è in breve tempo sviluppata sull’intero territorio nazionale: vi hanno aderito oltre 900 classi, di ogni ordine e grado, per un totale di 15mila famiglie coinvolte. Il progetto ha trovato risalto suimedia nazionali, conquistando spazio su testate quali Il Secolo XIX, Avvenire, il quotidiano locale Il Piccolo, il Tg regionale di Rai Tre e venendo raccontata nelle trasmissioni di Rai Radio Uno e Due. La volontà di non disperdere dei ricordi è stata coniugata con il concetto di sicurezza e di salute grazie all’idea di Fabio Parenzan, fotografo professionista e titolare di Visual Art. «Abbiamo individuato questa soluzione per rispondere a un’esigenza che avevamo come genitori – spiega l’imprenditore triestino – visto che nostra figlia ha dieci anni e volevamo conservare il ricordo della sua classe. La nostra è un’impresa a conduzione familiare e per portare a termine questa iniziativa ognuno ha fatto la propria parte».

Ogni bambino  è la tessera di un puzzle

Il layout che quest’anno comporrà la foto di classe è stato rinnovato. Ogni bambino rappresenterà la tessera di un puzzle, per cui la visione d’insieme della classe sarà il risultato della somma dei suoi componenti, maestri e professori compresi, con un forte messaggio di unità. La modalità è molto semplice: i rappresentanti di ciascuna classe inviano le foto degli alunni, che potranno essere scattate comodamente nelle proprie abitazioni. Visual Art, attraverso un accurato lavoro di post-produzione e impaginazione che permetterà di uniformare le diverse immagini, farà tutto il resto, spedizioni comprese.

Gli istituti potranno aderire semplicemente divulgando la proposta ai rappresentanti, dando la possibilità alle famiglie di partecipare. Il trattamento delle immagini verrà disciplinato dalla politica sulla privacy e le fotografie saranno utilizzate esclusivamente per la realizzazione delle immagini richieste.

Si allega alla presente una fotografia per la quale abbiamo ricevuto regolare autorizzazione alla pubblicazione.
La “Foto di classe a distanza”, quella originale, è un prodotto di Visual Art.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la "foto di classe a distanza", il progetto triestino che ha conquistato l'Italia

TriestePrima è in caricamento