Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Salute mentale, incontro internazionale per scuola “Franca e Franco Basaglia”

Nei giorni 17 e 18 ottobre si è svolto l'incontro internazionale: "Think Tank Conference - Crossroads of Change - The Leading Experiences in Whole Life, Whole Systems, Whole Community Approach to Mental Health Services and Practices"

Nella foto d'epoca Franca e Franco Basaglia

Nell’ambito delle attività dell’International School “Franca e Franco Basaglia”, realizzata a partire dal 2011 dal Centro Collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Ricerca e la Formazione – Dipartimento di Salute Mentale dell’ASUITs, col sostegno della Regione FVG, si colloca l’incontro internazionale: “Think Tank Conference – Crossroads of Change – The Leading Experiences in Whole Life, Whole Systems, Whole Community Approach to Mental Health Services and Practices”, che si è svolto a Trieste il 17 e 18 ottobre.

Nel corso del meeting si sono poste le basi per la redazione di un Compendio di buone pratiche ed esperienze guida da diffondere presso i Servizi di salute mentale di tutto il mondo. Tale Compendio delle Buone Pratiche verrà utilizzato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nell’ambito delle indicazioni del suo programma QualityRights per i Servizi territoriali orientati alla Recovery che rispettano e promuovono i diritti umani, quale parte della complessiva iniziativa QualityRights, finalizzata a migliorare la qualità ed i diritti nella salute mentale mondiale. All’incontro hanno partecipato nutrite delegazioni provenienti da diversi Paesi, tra cui Austria, Australia, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Gambia, Germania, Gran Bretagna, India, Irlanda, Malesia, Nuova Zelanda, Olanda, Repubblica Ceca, Serbia, Spagna, Svizzera, Turchia, U.S.A.

Si prevede che tale incontro costituisca il primo passo verso una più ampia conferenza sulla salute mentale globale che avrà luogo nel 2017. Durante l'incontro verrà utilizzato l'approccio globale alla persona, alla vita ed al sistema di cura integrato (Whole Person, Whole Life, Whole System, Whole Community) Una persona con problemi di salute mentale ha gli stessi bisogni di base di tutti noi. Riconoscere una persona nella sua interezza è la maniera di sviluppare e condurre una vita che è piena di propositi, interessi, riconoscimenti, contributi, valori e riconoscimenti. Le persone con un problema di salute mentale sono alla ricerca di una vita completa, inclusiva di bisogni ed aspirazioni.

Permettere alle persone di avere l'opportunità di una vita completa ed assisterli nel loro processo di recovery e benessere richiede una accesso diretto alla salute, alle opportunità educative, a processi di formazione lavorativa, al lavoro, al volontariato, alle reti sociali, allo sport ed al tempo libero, alla cultura alla fede ed alla religione.

L'approccio Whole Life dell'IMHCN promuove tutto ciò attraverso l'applicazione di una metodologia Whole Systems nella progettazione, pianificazione ed implementazione di una sistema di salute mentale completo ed integrato. Il Whole System deve avere degli scopi e degli obiettivi comuni negoziati e condivisi da tutti i portatori d'interesse della comunità. In tal modo i componenti del Sistema sono interdipendenti l'uno dall'altro ed ognuno di essi è portatore di un proprio definito contributo sistema completo dove l'aspetto globale e non il singolo componente è l'obiettivo più importante. Questo tipo di approccio ottimizza le risorse umane, economiche, sociali e culturali delle comunità locali. Tutte le comunità hanno la possibilità di offrire opportunità significative per gli individui e le famiglie per continuare ad avere o per riacquistare una vita completa in tutti i suoi aspetti. 

Assicurare la partecipazione attiva di organizzazioni ed individui della comunità nel progettare e implementare una strategia basata sulla vita intera e sul sistema globale sta alla base del successo di questo approccio. Questo incontro costituisce un momento di riflessione, un’opportunità di cambiamento, nuove maniere di lavorare e di creare. Tutti i partecipanti si sono impegnati a condividere la loro attuale situazione, il loro contesto nazionale, gli sviluppi ed i risultati ottenuti negli ultimi anni, i progetti futuri, le difficoltà e le criticità che si stanno affrontando. Queste informazioni verranno poi pubblicate su una pagina specifica dedicata alle Esperienze Guida sul sito dell'IMHCN (https://www.imhcn.org) e sul link del Centro Collaboratore OMS sul sito ASUITs.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute mentale, incontro internazionale per scuola “Franca e Franco Basaglia”

TriestePrima è in caricamento