menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Francesco Gabbani alla Barcolana: donati 27 mila euro al Burlo

Chiusura trionfale per il tour, 10 mila persone a Trieste in piazza Unità hanno cantato e ballato i grandi successi del vincitore di sanremo

Alla Barcolana di Trieste – la regata velica internazionale più affollata del mondo – si è chiuso in maniera trionfale il tour di Francesco Gabbani con un concerto speciale di beneficenza, per l’ospedale materno infantile Burlo Garofolo di Trieste, autentico simbolo della miglior pediatria e ostetricia italiana. Il pubblico della Barcolana ha risposto con grande generosità all’appello degli organizzatori – Despar e Società Velica di Barcola e Grignano – e del cantante: 10 mila persone sono accorse in piazza Unità d’Italia donando la somma di 27.646,23 euro che viene interamente devoluta al Burlo Garofolo di Trieste.

«Sono davvero felice per il Burlo: è come aver vinto una regata nella regata – ha dichiarato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz – il popolo della Barcolana ha seguito la nostra idea e si è messo in moto. Grazie di cuore a tutti coloro che si sono divertiti in piazza, hanno ballato con noi e soprattutto hanno donato al Burlo».

All’iniziativa ha partecipato anche Despar, che con il proprio contributo ha reso possibile la realizzazione del concerto di Francesco Gabbani in perfetta sicurezza: “La cifra raccolta – ha dichiarato Fabio Donà, Direttore marketing Despar – permetterà al Burlo di continuare a lavorare a favore della mamme e dei bambini del Friuli Venezia Giulia. Despar è orgogliosa di aver contributo alla realizzazione di questo progetto, che ha permesso di dare un concreto valore sociale a un concerto e il nostro impegno a favore del Burlo continua con un’ulteriore iniziativa natalizia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento