menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frecce Tricolori, 450.000 persone a Rivolto per il 55° Anniversario

Mare di persone a alla base di Rivolto per assistere all'air show organizzato per festeggiare il 55° Anniversario delle Frecce Tricolori: esibizioni dalle 10 alle 18.30 con il gran finale della pattuglia acrobatica italiana che ha presentato anche la nuova figura "scintilla tricolore"

«Una giornata di sole splendente che suggella una festa di straordinaria partecipazione internazionale. Credo non ci sia miglior biglietto da visita per accogliere nella casa delle Frecce Tricolori, il Friuli Venezia Giulia, tutti coloro che vengono oggi ad apprezzare uno spettacolo unico per creatività, potenza e professionalità. Un'eccellenza di cui siamo orgogliosi». Lo ha commentato la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani all'arrivo nella Base Aerea di Rivolto, accolta dal comandante Jan Slangen, dov'è in corso il cinquantacinquesimo anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) Frecce Tricolori.

Cento gli aerei in volo, nove le pattuglie acrobatiche straniere che si sono esibite assieme ai dieci velivoli delle Frecce Tricolori, 450.000 i visitatori e gli appassionati, 2.000 persone impegnate nell'organizzazione. Numeri di un Air Show unico, organizzato - ha tenuto a sottolineare l'Aeronautica Militare - grazie «all'importante contributo della Regione Friuli Venezia Giulia».

«Arrivando qui a Rivolto ho potuto constatare che questa è anzitutto una grande festa di popolo e ciò è un motivo di grande orgoglio per le Forze Armate - ha affermato il ministro della Difesa Roberta Pinotti -: sappiamo da tempo che le Frecce Tricolori sono nel cuore degli italiani, e oggi questa straordinaria partecipazione ne è una conferma». 

«Anche questo è un messaggio importante, una comunità di lavoro che si è espressa al meglio possibile e dimostra l'eccellenza delle Frecce Tricolori, la qualità elevata della nostra Aeronautica», ha affermato oggi a Rivolto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella rispondendo alla domande dei giornalisti anche sul tema delle riforme e sulla questione dell'accoglienza, precisando che si tratta di un messaggio che può essere esteso, diventando «un'indicazione per l'Italia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento