Cronaca

"Friko!", problemi col marchio, la battaglia è reale

Anche se l'idea è piaciuta a molti e ha guadagnato un ottimo successo, il marchio pare abbia scatenato la disapprovazione di qualcuno. I creatori del gioco da tavolo "Friko!", ambientato nel Friuli Venezia Giulia, sono stati costretti a modificarne il nome per evitare un'azione legale

Ricordate il gioco da tavolo di matrice triestina "Friko!"? Pare che il marchio ricordi troppo un altro famoso gioco da tavolo strategico e, per evitare problemi legali, i suoi ideatori, Diego Manna e Erika Ronchin, saranno costretti a modificarne il nome sostituendo la lettere "k" con la lettera "c", trasformando il nome e il (marchio) nella più familiare e comune parola "Frico!".

Il gioco, creato a Trieste e ambientato nel Friuli Venezia Giulia, si basa sulla celebre rivalità tra Udine e Trieste. Il suo inventore aveva pensato fosse un'idea carina realizzarlo e infatti nello scorso dicembre le mille copie della prima stampa sono andate completamente esaurite.

La Editrice Giochi, detentrice dei diritti di "Risiko!" in Italia, ha imposto ai due creatori triestini di modificare il nome del gioco, pena un'azione legale. I due ideatori hanno scherzosamente commentato la vicenda con un riferimento al vino Friulano «Dopo il Tocai, anche il Frico cambia il proprio nome.»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Friko!", problemi col marchio, la battaglia è reale

TriestePrima è in caricamento