Fsp Polizia: "Tre richiedenti asilo positivi al Covid, aumentare sicurezza"

Dopo la notizia di ieri sulla positività al Covid 19 di tre migranti via Rotta Balcanica riscontrati nel centro contumaciale di Tricesimo, interviene il sindacato di Polizia: "Solo ieri 60 a Trieste, aumentare la sicurezza"

Dopo la notizia di ieri sulla positività al Covid 19 di tre Migranti via Rotta Balcanica riscontrati nel centro contumaciale di Tricesimo, come riferisce l’assessore alla Sanità Riccardi, interviene Alessio Edoardo di Fsp Polizia. "Come avevamo già denunciato in questi mesi, il pericolo di contagi provenienti dalla Rotta Balcanica è sempre più alto ,visto e considerato l’aumento esponenziale di transiti e rintracci nelle zone nord orientali e sopratutto a Trieste (una sessantina solo ieri), ora più che mai bisogna prendere in considerazione un aumento di controlli sanitari sui rintracciati, ma anche sugli stessi poliziotti, i quali, vengono a contatto con questo fenomeno costantemente e sono esposti più di altri a contrarre un virus pericolosissimo che ha già fatto sufficienti vittime in Italia".

Sicurezza a rischio

"L’esiguo personale in servizio sulla frontiera terrestre a presidio dei confini - continua Edoardo -, unito alle mancanze strutturali, mette a repentaglio la sicurezza sia degli operatori di Polizia, che quella degli stessi migranti, i quali, rimangono troppo tempo a contatto nelle zone adibite ai controlli di polizia; abbiamo più volte chiesto un Hot Spot per l’identificazione delle persone rintracciate, in modo da dare una adeguatezza al sistema sia per spazi e per attrezzature consentendo una gestione in sicurezza del fenomeno Rotta Balcanica, ma dopo tutti gli appelli effettuati sembra che il Governo Centrale e la Regione siano poco attenti alla emergenza migratoria che sta travolgendo il Friuli Venezia Giulia e sopratutto Trieste".

Secondo Fsp Polizia "Ora dopo questo episodio, che va a evidenziare le nostre continue e giustificate rimostranze, chiediamo urgentemente a Prefetto, Questore, Presidente della Regione e Governo, di attivarsi con concrete attività volte alla risoluzione del problema , garantendo agli operatori di Polizia non solo la sicurezza sul lavoro, ma anche la dignità di poter svolgere il proprio compito con la massima serenità e i mezzi adeguati. Siamo sicuri che adesso verrà ripercorso tutto l’iter di arrivò in Italia dei tre contagiati e che a tutte le persone che sono state a contatto con gli infetti venga eseguito urgentemente il tampone oro-faringeo in modo da certificarne la salute ed eventualmente arginare il cluster sul nascere garantendo il sacro diritto di lavorare in sicurezza per il bene di tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rotta balcanica, Fsp: "Sistema di rintraccio in crisi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte in via Giulia, morto scooterista di 50 anni

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento