Rotta balcanica, Fsp: "Sistema di rintraccio in crisi"

"Chiediamo con forza un intervento di Regione e soprattutto del Governo per costituire un Hot Spot in provincia in modo da garantire più sicurezza e più facilità nella trattazione dell’iter di riconoscimento dei clandestini e di compilazione delle documentazioni burocratiche nonché dei respingimenti"

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato di Fsp Polizia sulla Rotta balcanica

In questi giorni continuano imperterriti gli arrivi di migranti via Rotta Balcanica, 77 solo nella giornata di ieri, ormai il sistema rintraccio e in crisi. Da molto, questa O.S., sta chiedendo con forza un intervento di Regione e soprattutto del Governo per costituire un Hot Spot in provincia in modo da garantire più sicurezza e più facilità nella trattazione dell’iter di riconoscimento dei clandestini e di compilazione delle documentazioni burocratiche nonché dei respingimenti, anche se, come sappiamo, sono di modesta entità, ma a tutto ciò, ancora, non è seguita risposta soddisfacente da parte delle Autorità politiche Nazionali e Regionali.

In questi giorni, dopo l’ennesima delusione, riguardante l’aumento del personale a rinforzo della polizia di frontiera annunciato e poi rivelatosi una farsa da un esponente politico regionale, i colleghi si stanno svenando per poter dare continuità ai controlli e alla vigilanza dei confini, con le solite difficoltà tecnico logistiche che ora andranno ad aggravarsi per la giusta e doverosa richiesta di congedi del personale in vista delle ferie estive, le quali, andranno a pesare sul numero del personale operante e pertanto non garantendo la dovuta vigilanza, se non con un aumento di personale sul territorio che sarebbe auspicabile arrivasse in tempi strettissimi .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa O.S. richiama ancora una volta le Autorità politiche a dare un segno tangibile di responsabilità, rompendo quella coltre di nubi che avvolge il tema della migrazione rotta balcanica , che fin ora è stata fin troppo trascurata e che continua ad essere una spina nel fianco della sicurezza di queste terre, ben consci che, senza un intervento diplomatico con la vicina Slovenia, solo queste attività che noi caldeggiamo , possono lenire la grave situazione venuta a crearsi anche per la negligenza dei governo succeduti negli anni passati. Ci vogliono più respingimenti, più operatori e un Hot Spot per garantire a tutti la minima sicurezza sul tema considerando anche il momento storico mondiale con l’emergenza covid che incide su tutto il sistema .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento