menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuma in auto davanti a un bambino: sanzionato

Il divieto di fumare in presenza di bambini ha l’evidente scopo di evitare i danni che derivano ai più piccoli dal fumo passivo. Il bambino non era neanche agganciato a un sistema idoneo di ritenuta

Fuma in auto davanti al bambino, e scatta la doppia sanzione della Polizia Locale. È successo ieri pomeriggio nell'ambito dei controlli di polizia stradale per il rispetto dell'Ordinanza di chiusura anti-smog: gli agenti hanno visto transitare in piazza dell'Ospitale una Peugeot, datata ma con a bordo tre persone. Una volta fermata per i controlli gli operatori si sono accorti che il conducente stava fumando mentre sul sedile posteriore era seduto un bambino, tra l'altro senza essere agganciato a un sistema idoneo di ritenuta.

La sanzione

L'uomo di 26 anni (A.D. le sue iniziali), probabilmente ignaro della legge che vieta il fumo sulle vetture alla presenza di minorenni o donne incinte, è stato fermato e multato. La normativa prevede una sanzione di 55 euro raddoppiata, come in questo caso, se la violazione avviene in presenza di bambini fino ai 12 anni di età (o di una donna in evidente stato di gravidanza).

La legge

Il divieto di fumare in presenza di bambini ha l’evidente scopo di evitare i danni che derivano ai più piccoli dal fumo passivo: dopo le numerose restrizioni sul fumo nei locali pubblici e nelle aree pubbliche all’aperto di pertinenza delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione, ora si intende contrastare il tabagismo anche in auto, soprattutto a tutela dei minori. L'uomo è stato sanzionato oltre che per il fumo alla presenza di minori anche per non aver “assicurato” con un sistema idoneo il figlio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento