Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Fabio Perco, l'ultimo saluto di chi gli ha voluto bene

Si sono svolti questa mattina i funerali del grande zoologo triestino scomparso all'età di 72 anni. Centinaia di persone lo hanno ricordato durante una cerimonia laica, dove molti hanno portato aneddoti, ricordi e lacrime. Fabio Perco se ne va lasciando un'eredità importante dal punto di vista ambientale

Ad ascoltare il ricordo delle persone che gli hanno voluto bene, il naturalista triestino Fabio Perco scomparso in settimana si sarebbe commosso. Questa mattina infatti si sono celebrati i suoi funerali al cimitero di Sant'Anna di via Costalunga a Trieste e, come spesso accade quando a mancare sono personalità riconosciute e stimate da molti, gli amici e le persone vicine sono state tantissime. 

Una folla di oltre 300 persone ha partecipato al dolore della famiglia che ha chiesto una cerimonia laica per ricordare la figura del padre, dell'ambientalista e, più in generale, di uno dei naturalisti italiani più influenti nel mondo della tutela ambientale del XX secolo. Al funerale hanno partecipato le persone che gli hannmo voluto bene, quelli vicini perché legati dalla condivisone professionale, molti giovani e parte della politica triestina e regionale. 

Le parole del sindaco 

"Una perdita incredibile - ha affermato il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza presente alla cerimonia - perché, oltre ad essere una persona di una cultura straordinaria, Fabio è stato un grande amico. Con lui ci si frequentava ancora dai tempi in cui suo fratello Franco era presidente della Riserva di caccia di Duino. Era una persona con cui potevi parlare di qualsiasi cosa. Fabio è stato un grandissimo personaggio a livello nazionale e per questo lascia un vuoto enorme". 

La consigliera Maria Teresa Bassa Poropat ha partecipato al funerale, visibilmente commossa. "La cosa che di più mi ha colpito è la continuità tra la vita famigliare e quella professionale e la capacità di trasmettere la passione per la Natura ai propri figli. Riuscire a coinvolgere i ragazzi giovani, nel grande lavoro svolto all'isola della Cona, rappresenta l'unione tra un'enorme scientificità e l'espressione di semplicità. Ho parlato anche con il sindaco e mi piacerebbe poterlo ricordare in Consiglio comunale". 

L'amore degli amici

Alla cerimonia sono state moltissime le persone che hanno voluto spendere qualche parola per ricordare il grande zoologo scomparso dopo una grave malattia. Probabilmente, l'evidenza più bella dell'affetto e dell'amore di cui si è circondato Fabio Perco durante tutta la sua vita. A detta di molti addetti ai lavori e degli amici presenti questa mattina, la scomparsa di Perco lascia un vuoto insormontabile nel panorama ambientalista italiano. Forse, ci permettiamo di scrivere, l'aver lasciato così tanto alle persone e aver contribuito a migliorare il pianeta sul quale viviamo tutti, rappresenta la testimonianza diretta e la speranza che un altro mondo è ancora possibile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fabio Perco, l'ultimo saluto di chi gli ha voluto bene

TriestePrima è in caricamento