rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Fuochi d’artificio, gestori Diga: «Situazione sfuggita di mano, ci scusiamo con cittadinanza»

Intervento di Mario Esposito, gestore dell'Antica Diga: «Accordi con la ditta prevedevano spettacolo pirotecnico di 10-15 minuti attorno alle 20.30, ci scusiamo con la cittadinanza, non accadrà più»

«Ci scusiamo con la cittadinanza per quanto successo ieri sera» così esordisce Mario Esposito, gestore dell'Antica Diga in risposta alle polemiche che stanno montando in città a causa delle tre ore ininterrotte di fuochi d'artificio.

«Il contratto di fornitura con la ditta - spiega il titolare - prevedeva 10-15 minuti di spettacolo pirotecnico durante l'inaugurazione  attorno alle 20.30, tutto quello che è successo dopo non è stato preventivamente concordato, avendo preso ieri sera anche noi stessi alla sprovvista».

«È stata insomma un'iniziativa privata della ditta che così probabilmente voleva farsi un po' di pubblicità. Vorrei sottolineare che pur non avendo responsabilità per quanto accaduto, vogliamo lo stesso scusarci con i triestini, promettendo che non succederà più». 

Anche gli organizzatori della serata, Federico Mancosu e Stefano De Palma si dicono dispiaciuti per l'accaduto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi d’artificio, gestori Diga: «Situazione sfuggita di mano, ci scusiamo con cittadinanza»

TriestePrima è in caricamento