Cronaca

“Fuocolento” torna in edicola: dopo un anno riprendono le pubblicazioni

Il mensile ha un nuovo editore, Andrea Moro di Tolmezzo, mentre la sua guida è stata affidata al giornalista Giuseppe Longo

“Fuocolento”, il mensile del Gusto, torna in edicola. Dopo oltre un anno di sospensione delle pubblicazioni, la rivista sarà infatti redistribuita a partire da mercoledì 19 ottobre mentre martedì prossimo, alle 11, nel palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia (sala Kugy) in via Sabbadini, a Udine, ci sarà la sua presentazione ufficiale. Il mensile ha un nuovo editore, Andrea Moro di Tolmezzo, mentre la sua guida è stata affidata al giornalista Giuseppe Longo, il quale ha raccolto il testimone di Nicolò Gambarotto che l'ha diretto negli ultimi anni. Il coordinamento editoriale è ancora nelle mani di Mariella Trimboli, dall'inizio nella cabina di regìa, e alla raccolta pubblicitaria provvede un team di produttori.

Veste completamente rinnovata per il nuovo “Fuocolento” – che in edicola costerà 3 euro e il cui numero 0 era uscito in omaggio in occasione di Friuli Doc - grazie al progetto grafico di Moreno D'Agostini e al lavoro dei tecnici della tipografia tolmezzina da lungo tempo specializzata nella stampa di periodici. Per i suoi contenuti giornalistici, la rivista conta su un affiatato gruppo di collaboratori – alcuni “storici”, in quanto scrivono fin dal primo numero, altri aggiuntisi via via negli anni e altri ancora che si sono uniti adesso – che seguono in modo appassionato e competente l'affascinante mondo dell'enogastronomia. Il mensile è stato suddiviso in cinque grandi settori: La buona tavola, La vite e il vino, L'ambiente e il territorio, La storia e le tradizioni, Le ricette. Ed è chiuso dal Notiziario, mentre nelle prime pagine, dopo l'editoriale, ci sono tutti gli appuntamenti con cenni a quelli del mese successivo. L'attenzione prevalente è ovviamente rivolta al Friuli Venezia Giulia, ma c'è la volontà di continuare con importanti aperture extra-regionali a cominciare, fin da questo primo numero, dal Veneto con l'auspicio di ampliare gradualmente il discorso anche al Trentino Alto Adige per far diventare questa rivista «una qualificata e autorevole vetrina - scrive Longo nella sua presentazione – di quanto propongono le Tre Venezie, questo nostro affascinante Nordest che ha tante cose da dire al resto d'Italia». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Fuocolento” torna in edicola: dopo un anno riprendono le pubblicazioni

TriestePrima è in caricamento