rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Inconvenienti / Molo VI

Furgone in mare: ripescato da vigili del fuoco e capitaneria

A causa di un guasto ai dispositivi di stazionamento la vettura è caduta in acqua

TRIESTE - Un furgone cade in acqua a causa di un guasto ai dispositivi di stazionamento e, per ripescarlo, è necessario un intervento congiunto dei vigili del fuoco e della capitaneria di porto. È successo alle 11.30 circa di oggi, 20 maggio. Il personale della capitaneria di porto e del Nucleo di soccorso subacqueo acquatico dei vigili del fuoco, supportato da un’autogru, e dalla Motovedetta SAR CP881, è intervenuto presso il molo VI del Punto Franco Nuovo per il recupero dell'autovettura che, a causa di un guasto ai dispositivi di stazionamento, era caduta in acqua, fortunatamente senza nessun occupante a bordo. L’intervento è stato facilitato grazie al supporto dell’Autorità portuale e della Porto di Trieste Servizi.

Una volta immersi, i sommozzatori dei Vigili del fuoco, dopo una breve ricerca, hanno trovato l’autovettura adagiata sul fondo ad una profondità di circa 19 metri e ad una cinquantina di metri dal molo.

Il personale sommozzatore ha provveduto ad agganciare la vettura ad un pallone di sollevamento che una volta riempito d’aria ha portato l’automezzo in semi galleggiamento, che poi è stato trainato dalla Motovedetta della Guardia Costiera in prossimità del ciglio banchina, dove i sommozzatori hanno provveduto ad agganciare la vettura all’autogru che ha infine sollevato il mezzo caduto in acqua posizionandolo sul molo. La tempestività dell’intervento ha scongiurato ogni potenziale danno all’ambiente marino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furgone in mare: ripescato da vigili del fuoco e capitaneria

TriestePrima è in caricamento