Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Altopiano Carsico

Raffica di furti in Carso, nei guai 24enne sbarcato in Sicilia tempo fa

Si tratta di un giovane di origini somale e residente a Comiso (Ragusa) ma domiciliato a Trieste. I carabinieri l'hanno fermato a Prosecco. L'appello dei militari ai legittimi proprietari: "Se riconoscete la refurtiva venite in stazione"

E' un 24enne di origini somale il responsabile di numerosi tentativi di furto e colpi messi a segno nelle scorse settimane all'interno di abitazioni del Carso. Il giovane, richiedente asilo a Trieste ma residente a Comiso (Ragusa) in virtù del suo sbarco sulle coste italiane avvenuto tempo fa, è stato fermato dai carabinieri di Aurisina nella serata di martedì 25 maggio mentre stava scenendo da un autobus di linea a Prosecco e denunciato alla Procura della Repubblica. 

Le indagini erano scattate settimane fa a seguito di svariate segnalazioni di furti avvenuti a Sgonico, Monrupino, Trebiciano e Santa Croce. Non è da escludere che il 24enne, al momento del controllo da parte dei militari, si stesse dirigendo verso alcune abitazioni della località carsica. E' stato proprio grazie alla meticolosa attività di raccolta delle informazioni in occasione dei sopralluoghi di furto presso le abitazioni “visitate” che l'Arma ha iniziato a raccogliere elementi utili all’identificazione del responsabile delle intrusioni, ottenendo un suo identikit che è stato diffuso a tutte le pattuglie.

Dopo averlo individuato, i carabinieri l'hanno immediatamente bloccato e accompagnato in caserma, dove è stato perquisito e trovato in possesso di circa 860 euro in contanti e banconote in valuta straniera, orologi e gioielli. Al momento sono in corso accertamenti per il rintraccio dei legittimi proprietari di una parte della refurtiva e i carabinieri sottolineano che chiunque riconosca gli oggetti sequestrati "è pregato di mettersi immediatamente in contatto con i Carabinieri di Prosecco".  

Diapositiva1-2-3

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di furti in Carso, nei guai 24enne sbarcato in Sicilia tempo fa

TriestePrima è in caricamento