Cronaca

Furti in appartamento tra Trieste e Gorizia: arrestati due ladri dalla Polizia

18.00 - Processati questa mattina per direttissima, hanno patteggiato un anno e quattro mesi

Nel pomeriggio di ieri, il personale della Squadra Mobile di Trieste, in collaborazione con quella di Gorizia, ha posto fine alle scorribande di due ladri d'appartamento dopo un'accurata e prolungata attività di osservazione e pedinamento: i due malviventi (croati di etnia rom) sono stati arrestati in flagranza di reato, mentre stava setacciando il bottino appena rubato in un'abitazione.

Le indagini sono nate - ha spiegato il dirigente della Mobile Fabio Soldatich - nei giorni scorsi, quando una Volante di Sistiana ha notato un'auto con targa croata agirarsi con fare sospetto. L'auto, noleggiata in Croazia fino a domani (domenica 31 agosto), è stata poi fermata a San Giacomo dagli agenti della Volante: in questo frangente è scattata la denuncia perchè i due avevano in auto oggetti da scasso

Ma da questo momento in poi la Squadra Mobile ha cominciato a seguire i loro movimenti: questi hanno effettuato sopralluoghi a Sistiana, San Dorligo della Valle, altopiano carsico. Una volta completati i giri, i due oltrepassavano il confine andando in Slovenia e Croazia (non si sa se per rincasare o compiere dei furti).

Ieri mattina, evidentemente allertati dalla denuncia dei giorni precedenti a San Giacomo, hanno deciso di procedere in direzione di Gorizia. Ma non si sono resi conto che la Squadra Mobile non li perdeva d'occhio con diverse staffette di auto in borghese. I due si sono fermati a comprare un trapano, non del tutto soddisfatti degli attrezzi da scasso che già avevano. Poi hanno preseguito lungo il Vallone per giungere nel centro del capoluogo isontino. 

Qui, la Mobile ha deciso di allenatre la presa e di aspettare che i malviventi compiessero il furto per poterli incastrare. I due hanno preso di mira una casetta, hanno rotto una finestra al primo piano, sono entrati e hanno raziato tutto il possibile. Si sono poi allontanati dirigendosi verso una zona di campagna dove poter controllare il bottino ed eliminare scatolette o quant'altro possa collegarli ai proprietari. 

Ma a questo punto sono intervenuti gli agenti della Mobile che li hanno arrestati appunto in flagranza di reato. In auto avevano circa 9000 euro in gioelli appena rubati, poi riconsegnati ai legittimi proprietari (ancora allo scuro della vicenda), oltre agli arnesi da scasso. I due, dopo i riconoscimenti (Jovanovic Marko, nato il 5 aprile del 1983, e  Ahmetagic Bozidar, nato il 16 ottobre del 1987), sono stati arrestati e condotti nel carcere di Gorizia.

Questa mattina sono stati processati per direttissima e hanno patteggiato la pena di un anno e quattro mesi, il che vuol dire che non resteranno in carcere. 

Intanto la Squadra Mobile di Trieste sta indagando per scoprire eventuali furti commessi dai due a Trieste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in appartamento tra Trieste e Gorizia: arrestati due ladri dalla Polizia

TriestePrima è in caricamento