Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

L'immagine sarebbe apparsa sul gruppo Facebook "Lamentele de Muja" la sera di ieri 11 dicembre, subito dopo la nota della Questura di Trieste che aveva diffuso la notizia del suo arresto. E' ritenuto "responsabile di una serie di furti avvenuti in alcune villette"

Al quarantenne "pluri-pregiudicato muggesano" arrestato negli scorsi giorni dopo l'esecuzione "di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Trieste", sono stati concessi gli arresti domicilari, dopo "tre giorni dall'interrogatorio". A confermare la notizia, che nella serata di ieri era iniziata a circolare sul gruppo Facebook "Lamentele de Muja", dove sarebbe apparsa una fotografia che lo ritrae e dove si nota anche una mano intenta a fare il gesto del dito medio, in un presunto segno di sbeffeggio, è stata la Questura di Trieste raggiunta telefonicamente da TriestePrima oggi pomeriggio. 

La notizia dell'arresto

L'uomo, "già noto alla comunità per le sue malefatte", è accusato di essere il "responsabile di una serie di furti avvenuti in alcune villette della periferia di Muggia" all'interno delle quali sarebbe riuscito, come dalla nota della Questura triestina, a "trafugare beni di ingente valore". La notizia dell'arresto era stata diffusa ieri 11 dicembre dopo l'attività di indagine "iniziata nel mese di novembre, a seguito di numerose denunce di furto ai danni di private abitazioni e villette, nelle quali le vittime sottolineavano di aver notato nei pressi delle proprie case la presenza di J.G.". Nella stessa giornata dell'11 dicembre sarebbero quindi stati concessi i domiciliari a J.G..  

Chi l'ha visto

Secondo la Questura di Trieste e in base agli "indizi raccolti" dagli investigatori, "è emersa, tra l’altro, l’abilità dell’uomo nello spostarsi velocemente in territorio sloveno, in particolare nelle zone a ridosso del confine, al fine di garantirsi l’impunità a seguito dei reati commessi". Sulla pagina di Chi l'ha visto, il celebre programma televisivo che aiuta le persone a ritrovare le persone scomparse, in data 14 novembre era apparso il più classico dei lieto fine, on la notizia del ritrovamento di J.G. Dopo la puntata del 13 novembre infatti, il programma in onda su Rai 3 scriveva che un "40enne scomparso da Trieste il 29 ottobre" era stato ritrovato. 

Il commento 

Infine la cronaca della fotografia. Dalla pagina "Lamentele de Muja", presumibilmente nella serata di ieri 11 dicembre e dal profilo di un'altra persona, sono comparsi alcuni commenti che hanno scatenato reazioni delle più diverse. In particolare "E invece, dentro, no son proprio andà! Comincè a farve una bona dose de c.... vostri", ha prodotto alcune reazioni sdegnate e sarebbe stato cancellato. Alla richiesta di verifica da parte di Trieste Prima, il Commissariato di Muggia ha confermato. Secondo la Polizia infatti, la foto ritrarrebbe proprio J.G. assieme ad altre persone.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Morto a soli 27 anni Nicola Biase, tenente dell'Esercito in servizio a Trieste

  • Caso positivo fa scattare una trentina di tamponi a Trieste: altri sette contagi

  • La Polizia Locale piange Sergio Zucchi, il vigile buono e dal grande impegno civico

  • La bambina scomparsa in Carso non è mai esistita, interrotte le ricerche

  • Tragedia a Sella Nevea: donna 55enne muore dopo un volo di 50 metri, abitava a Trieste

Torna su
TriestePrima è in caricamento