menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Fusti di birra rubati a Muggia, arrestato uno sloveno dai Carabinieri

Negli ultimi giorni sono stati messi a segno numerosi furti a danno di due imprese del luogo, alle quali erano stati trafugati svariati fusti per il trasporto della birra

La scorsa notte, nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione dei reati contro il patrimonio nella zona industriale di Muggia, dove negli ultimi giorni sono stati messi a segno numerosi furti a danno di due imprese, alle quali erano stati trafugati svariati fusti per il trasporto della birra, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trieste, in collaborazione con i colleghi della Tenenza Carabinieri di Muggia, hanno arrestato in flagranza di reato per furto un cittadino sloveno.

I militari, che già dalla serata di ieri avevano predisposto una fitta rete di osservazione nell’area impiegando diverse pattuglie in abiti civili, intorno alla mezzanotte hanno notato un individuo all’interno del piazzale della ditta “Eurobevande S.p.a.”, che nei giorni scorsi aveva già subito il furto di ben 85 fusti. Le pattuglie presenti in zona sono quindi state fatte convergere sul posto e i Carabinieri sono riusciti a circondare l’uomo, B.S., 36enne di Capodistria, mentre era intento ad asportare 15 fusti per birra da 30 litri che erano stati stoccati soltanto la mattina precedente all’interno del piazzale.

Il malvivente è stato bloccato mentre stava lanciando i fusti oltre la recinzione del deposito, dove aveva sistemato la propria autovettura che aveva già in parte caricato. Tutta la refurtiva, di ingente valore, considerato che un singolo fusto ha un valore di mercato tra i 100 e 140 euro, è stata recuperata e immediatamente restituita al proprietario. L’arrestato invece, una volta concluse tutte le formalità, è stato condotto al carcere di via Coroneo, dove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida.

Sono in corso ulteriori accertamenti volti chiarire le eventuali responsabilità dell’arrestato nei precedenti episodi di furto e ad individuare, in collaborazione con i colleghi sloveni, i canali della ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento