Martedì, 23 Luglio 2024
La porta della latitanza / Altopiano Carsico / Località Fernetti

Ricercato per un furto di tredici tonnellate di rame, latitante preso dieci anni dopo

L'uomo è un cittadino romeno di 44 anni condannato a dieci mesi di reclusione dal tribunale di Firenze e fermato alla frontiera con la Slovenia mentre si trovava a bordo di un pullman di linea

Sulle sue possenti spalle si carica le pesanti bobine di rame che i complici hanno trafugato dal magazzino della ferrovia e, con pazienza, sfila guaina dopo guaina per recuperare il prezioso oro rosso, ossia il rame. In una sola notte riesce a sbobinare 13 tonnellate di rame, ma alle luci dell’alba cala il sipario sulla sua attività criminale e, una volta scoperto, viene denunciato. Alla fine capisce che le sue mani possono essere impiegate per fare altri lavora, emigra in Francia e si mette a lavorare come carrozziere.

A distanza di qualche tempo viene controllato dalla Radiomobile di Aurisina che lo rintraccia su un pullman di linea. La sua fedina penale è ormai segnata, e subito lo scoprono pure i Carabinieri. Infatti l’uomo, 44enne di origini romene, è ricercato per un mandato di cattura, dovendo scontare 10 mesi di reclusione per furto aggravato commesso 10 anni fa a Firenze. Così
l’equipaggio della Radiomobile di Aurisina lo arresta e lo conduce al locale carcere del Coroneo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercato per un furto di tredici tonnellate di rame, latitante preso dieci anni dopo
TriestePrima è in caricamento