Upim, Zara e H&M presi d'assalto da ladri in trasferta: arrestati tre giovani

Tre ventunenni di origine kosovara sono stati fermati dai carabinieri in pieno centro dopo essersi resi protagonisti di alcuni furti nei celebri negozi

I Carabinieri della Stazione di Guardiella, nel pomeriggio di martedì, hanno fermato e arrestato in flagranza di reato tre cittadini kosovari, tutti ventunenni, resisi responsabili, in concorso tra loro, di furto aggravato all’interno di vari negozi di abbigliamento del centro città.

I tre giovani, provenienti da Treviso, entravano nei negozi con buste di vari esercizi del centro, come se fossero impegnati in una normale giornata di shopping. Una volta individuati gli articoli da asportare rimuovevano i dispositivi antitaccheggio con tronchesine, strappavano le etichette e nascondevano la refurtiva all’interno delle buste, per poi guadagnare velocemente l’uscita.

A rendersi conto delle reali intenzioni dei tre è stato un addetto della sicurezza del punto vendita Upim di Corso Italia, che li ha seguiti, sorpresi e  ha infine chiamato i Carabinieri. Sul posto sono così arrivati i militari di Guardiella, che hanno perquisito i tre giovani trovandoli in possesso di capi di abbigliamento e altra merce di vario tipo appena asportata dagli scaffali di Upim, H&M e ZARA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La refurtiva è stata immediatamente restituita agli aventi diritto e i tre sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. Uno dei tre, peraltro, all’atto del primo controllo forniva ai militari false generalità nel maldestro tentativo di eludere i successivi accertamenti. Una volta verificata la vera identità è risultato essere gravato da numerosi precedenti penali e di polizia anche per furto e destinatario di divieto di ritorno nel comune di Trieste. Al termine delle formalità di rito i tre sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza dell’Arma, a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento