Lunedì, 15 Luglio 2024
sul confine di Fernetti / Monrupino

Truffatori e ladri nella rete dei carabinieri, quattro arresti in una settimana

E' quanto emerge da una nota del Radiomobile di Aurisina, inviata in occasione dell'anniversario dell'Arma. Tutte le persone arrestate risultavano latitanti

TRIESTE - Più di 3200 persone e oltre 460 veicoli controllati nell'ultima settimana hanno portato ad alcuni provvedimenti particolarmente significativi. I carabinieri di Aurisina hanno arrestato quattro persone responsabili, a vario titolo, di reati commessi negli anni precedenti alla loro cattura. Nella lista sono finiti un settantatreenne di Gorizia, un trentenne di nazionalità albanese, e un cinquantenne e un quarantunenne entrambi di origini romene. Tutti sono stati arrestati e condotti nel carcere del Coroneo, a Trieste. 

I primi due arresti

Nel primo caso il goriziano (che viaggiava a bordo di un pullman di linea proveniente dalla Romania) era stato condannato dal tribunale di Milano per associazione a delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta. L'uomo era solito aprire "delle società di trasporto" con l'intenzione di far viaggiare "solo cifre e finte fatture determinando un giro di affari e un’enorme frode alle casse dello Stato". I guadagni finivano su conti in Romania. Nel secondo caso invece il trentenne albanese (che sconterà due anni e 11 mesi di reclusione) era ricercato per furto in abitazione commesso in provincia di Pordenone nel 2015.

Gli altri casi

La terza persona arrestata dai carabinieri di Prosecco era ricercato dalla procura di Verona, a causa di un mandato di cattura emesso anni fa. L'uomo (che sconterà un anno e due mesi) si era reso responsabile di numerosi furti. soprattutto in località Lignano Sabbiadoro, oltre ad un'evasione dagli arresti domiciliari.  L'ultimo caso riguarda un quarantunenne condannato per sfruttamento della prostituzione, oltre che per inosservanza del divieto di ingresso in Italia. Proprio i carabinieri di Aurisina lo arrestano nei pressi del confine di Stato di Fernetti. Sconterà dieci mesi di reclusione emessi dalla Procura di Trieste per inosservanza al divieto di reingresso commesso nel 2016. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffatori e ladri nella rete dei carabinieri, quattro arresti in una settimana
TriestePrima è in caricamento