Cronaca

Assalto al bancomat nella notte a Sgonico, trovata su un sentiero la 500 usata per il colpo

Trovata da un residente della zona. Le portiere erano spalancate e i segni del furto evidenti. Una prima possibile ricostruzione del furto di circa 4000 euro allo sportello della Zkb del comune carsico. Gli interrogativi e le indagini

E' stata ritrovata a qualche centinaio di metri di distanza dal luogo del furto la Fiat 500 che i responsabili del colpo messo a segno questa notte allo sportello bancomat di Sgonico hanno utilizzato nel portare a termine l'operazione. E' stato un residente della zona a segnalarla ai giornalisti presenti sulla scena questa mattina e, di conseguenza, al personale della Squadra Mobile della questura di Trieste impegnato nelle indagini volte a ricostruire il grave episodio. I ladri avrebbero fatto esplodere due cariche molto ravvicinate (le persone che sono state svegliate dagli scoppi hanno parlato di una durata di circa 30 secondi tra la prima e la seconda esplosione), per poi, una volta trafugati poco meno di 4000 euro, darsi alla fuga. 

La fuga: abbandonano la macchina e scappano a bordo di un'altra?

Una fuga che a bordo della Fiat 500 rubata è durata poco, visto che il mezzo è stato presumibilmente abbandonato lungo un sentiero poco distante dal municipio del comune carsico. La macchina è stata ritrovata con le portiere spalancate, con evidenti segni di manomissione del sistema di accensione. Sui sedili alcuni documenti e poco altro, con ogni probabilità della vittima del furto che stando ad una prima ricostruzione, risiederebbe nella zona di Repen. 

Le indagini e le prime ricostruzioni

Sul fatto di cronaca al vaglio degli investigatori rimangono tuttavia alcuni interrogativi. I ladri avrebbero rubato la Fiat 500 nella notte, per poi recarsi nella piazza di Sgonico con l'obiettivo di far saltare in aria lo sportello della Zkb e portare a casa il malloppo. Dopo il colpo, la banda si è data alla fuga a bordo della macchina rubata. Presumibilmente non hanno agito da soli e un'altra autovettura li avrebbe aspettati. E' in quel momento che i ladri avrebbero abbandonato l'auto e sarebbero saliti a bordo dell'autovettura complice, così da far perdere le loro tracce. Non è ancora chiaro se la banda è la stessa che ha messo a segno un altro colpo nella notte, nel comune di Pravisdomini, nel Pordenonese. In merito ai fatti le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile di Trieste. 

La notizia è in aggiornamento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al bancomat nella notte a Sgonico, trovata su un sentiero la 500 usata per il colpo

TriestePrima è in caricamento