menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gioielli rubati ed eroina: due triestini fermati dalla Polizia

I due sono stati fermati da una pattuglia della Squadra Volante nei pressi del cimitero di Sant'Anna: visti i loro precedenti gli operatori hanno perquisito loro e l'auto trovando i monili e la droga. Uno è stato denunciato, l'altro segnalato Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti e gli è stata ritirata la patente

Ieri sera il personale della Polizia di Stato ha denunciato per furto un uomo, J.G., nato nel 1979 a Trieste e residente a Muggia. Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, rafforzati in alcune zone della città al fine di prevenire i reati di natura predatoria, l’uomo è stato fermato e identificato nei pressi del cimitero di Sant’Anna da personale della Squadra Volante mentre si trovava a bordo di un’autovettura guidata dal triestino C.C., nato nel 1974.

Visti i numerosi precedenti a loro carico, i due sono stati perquisiti, così come il mezzo. All’interno del vano portaoggetti è stato trovato un involucro in cellophane trasparente contenente eroina appartenente al C.C., mentre J.G. aveva in una tasca del giubbino una busta sempre in cellophane trasparente contenente diversi monili in oro.

Dalle incisioni poste sul retro dei gioielli, gli operatori sono risaliti ai legittimi proprietari, che proprio in questi giorni hanno fatto fare alcuni lavori di serramenti a una ditta nella propria abitazione e hanno riconosciuto in J.G. la persona che vi ha lavorato. L’uomo è stato denunciato, mentre C.C. è stato segnalato Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti e gli è stata ritirata la patente di guida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento