menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fvg circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

La vicina repubblica teme gli abitanti di Francia, Repubblica Ceca e, soprattutto, Croazia: il governo di Lubiana, alla luce dei nuovi positivi che ieri erano 21, ha deciso di reintrodurre alcune restrizioni. Luca Zaia ha annunciato una nuova ordinanza

La Slovenia non aveva un numero di positivi così alto dallo scorso 16 aprile: 21 nuovi contagiati solo ieri. Tanto è bastato per far scattare l'allarme e far decidere al governo di Lubiana di reintrodurre la quarantena per alcuni paesi: Francia, Repubblica Ceca e Croazia, che ieri ha registrato 84 nuovi contagiati e due morti. La quarantena sarà in vigore da domani, sabato 4 luglio, per due settimane, nei confronti di quanti arrivano da questi tre paesi. 

La paura

Da quando sono stati riaperti i confini e sono state tolte diverse restrizioni, i numeri in Croazia e Slovenia sono tornati sensibilmente ad aumentare. Dunque i cittadini croati che vogliono andare in Slovenia dovranno sottoporsi a una quarantena di 14 giorni: il timore più grande è rappresentato da chi ha solo attraversato la Croazia e viene da altri paesi. Alla frontiera i controlli saranno più stringenti e a chi transità potrà essere chiesto di provare dove si è stati e da dove si proviene esattamente. Ai cittadini croati è consentito dunque il transito attraverso la Slovenia entro 24 ore verso altri Stati.

Veneto

Torna la paura anche nella regione governata da Luca Zaia. Il presidente ha annunciato una nuova ordinanza restrittiva a partire da lunedì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come arredare casa in perfetto stile boho chic

social

Rotolo di spinaci in straza: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento