Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Covid: 2.300 decessi in più in Friuli Venezia Giulia nel 2020

Lo rende noto il ricercatore dell’Ires Fvg Alessandro Russo. Gli incrementi maggiori rispetto all’anno precedente si osservano in corrispondenza della prima ondata della pandemia e soprattutto nella parte finale dell’anno

Foto Aiello

I dati diffusi dall’Istat, sebbene siano ancora provvisori, permettono di osservare gli effetti della pandemia di Covid-19 sulla mortalità a livello nazionale e locale. Nella nostra regione nel 2020 si sono registrati 16.617 decessi, 2.299 in più rispetto all’anno scorso (+16,1%) e 2.177 in più rispetto alla media del periodo 2015-2019 (+15,1%). Lo rende noto il ricercatore dell’Ires Fvg Alessandro Russo.
Gli incrementi maggiori rispetto all’anno precedente si osservano in corrispondenza della prima ondata della pandemia (a marzo +25,4% e ad aprile +27,8%) e soprattutto nella parte finale dell’anno (novembre ha fatto registrate una variazione pari a +61,6%, dicembre +68,3%). Si può infatti ricordare che, secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile, le morti attribuite ufficialmente al Covid-19 in Friuli Venezia Giulia sono state 1.642 tra marzo e dicembre 2020, di cui oltre il 75% registrate negli ultimi due mesi dell’anno (1.245 su 1.642). Nei primi tre mesi del 2021, inoltre, i decessi legati alla pandemia nella nostra regione sono stati quasi equivalenti a quelli registrati nell’intero 2020 (il dato complessivo, aggiornato al 26 marzo, è infatti pari a 3.227).

In regione

A livello territoriale l’incremento maggiore di decessi nel 2020, in termini percentuali, si è registrato in provincia di Pordenone (+22,1 rispetto al 2019), seguita da Udine (+15,5%), Trieste (+14%) e Gorizia (+11,3%). Per quanto riguarda i principali comuni, Trieste e Pordenone presentano le variazioni di maggiore entità (rispettivamente +16,3% e +16,7%). L’aumento osservato è stato in proporzione maggiore per la componente maschile (+17,4%) rispetto a quella femminile (+14,8%).

tab 1-2

Il contesto nazionale

In Italia la variazione dei decessi nell’ultimo anno è stata complessivamente pari a +17,6%; il numero di morti si è attestato a 746.146, il più elevato dal secondo dopoguerra. Le regioni del Nord sono state più pesantemente colpite dall’emergenza sanitaria e presentano gli incrementi maggiori. Ai primi posti si trovano infatti: Lombardia +36,3%, Valle d D’Aosta +32,8%, Trentino-Alto Adige +26,8%, Piemonte +24,3%. Il Friuli Venezia Giulia è l’unica tra le regioni del Nord a mostrare un incremento inferiore alla media nazionale. All’ultimo posto si trovano la Calabria e la Basilicata con valori inferiori al 6%.

tab 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: 2.300 decessi in più in Friuli Venezia Giulia nel 2020

TriestePrima è in caricamento