menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fvg maglia nera in Italia per contagi, al primo posto nell'ultima settimana

Dopo il report di domani dell'Iss sono poche le novità ipotizzabili, mentre la data decisiva è il 26 marzo con il monitoraggio di fine mese. Poche speranze per il Fvg

Da lunedì 15 marzo in zona rossa ci sono le più popolose regioni italiane: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto, la Provincia autonoma di Trento, Campania e Molise. Tutte le altre Regioni (Basilicata, Abruzzo, Calabria, Liguria, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta) più la Provincia di Bolzano sono in zona arancione. La Sardegna è in zona bianca. 

Zona rossa: cosa cambia dopo il monitoraggio del 19 marzo

Il prossimo monitoraggio del 19 marzo come novità principale potrebbe vedere la Toscana che passa dalla zona arancione alla zona rossa. La Toscana è realmente in bilico, sull'orlo tra rosso e arancione. Se il numero di positivi registrato oggi 18 marzo non supererà la soglia dei 1.700 la Toscana resterà in zona arancione, anche la settimana successiva, fino al 28 marzo. Se invece, i nuovi casi di virus supereranno quota 1.700 per la regione scatterà automaticamente la zona rossa. Nonostante l'indice di contagio sia arretrato a 1,08, in base al nuovo dpcm quando il tasso di incidenza di positivi su 100mila abitanti supera i 250, il passaggio in rosso è cosa fatta. Ipotizzabile poi al massimo un passaggio in fascia arancione del Molise. Nessuna speranza per le altre. Infatti le 9 regioni in zona rossa da lunedì devono - in base alle norme in vigore - rimanere nella fascia di maggior rischio almeno per due settimane prima di un allentamento delle misure. Massima attenzione per la situazione di Liguria e Val d’Aosta, il cui Rt nell’ultimo monitoraggio era vicino al livello di guardia per far scattare la zona rossa. In base al nuovo decreto le misure della zona rossa (negozi, bar, ristoranti e scuole chiuse) sono un automatismo non solo nelle regioni con Rt sopra 1,25 ma anche in quelle dove l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi è oltre i 250 casi ogni 100.000 abitanti.

Dopo il 26 marzo

La data decisiva è il 26 marzo. Se quel giorno i dati del monitoraggio mostreranno un miglioramento in vari parametri alcune delle Regioni ora in zona rossa potranno passare nella fascia di rischio più bassa. Il passaggio dalla zona rossa a quella arancione permette a molti negozi e attività di riaprire e ci sono minori limitazioni agli spostamenti. In base ai dati comunicati venerdì scorso, il Veneto aveva Rt a 1,28. Dovrebbe scendere al di sotto di 1,25 per tornare in arancione. Possono teoricamente sperarare nell'arancione anche Lazio e Lombardia.  Il monitoraggio dell'Iss che sarà pubblicato domani darà le prime indicazioni, poi il 26 marzo tutto sarà più chiaro. Se quel giorno i dati confermeranno un miglioramento, le regioni attualmente rosse come la Lombardia, il Veneto e il Lazio potranno passare in fascia arancione per un limitato numero di giorni prima di Pasqua.

Fonte Il Sole 24 Ore

Il Fvg Poche speranze, invece per il Friuli Venezia Giulia: la situazione nella nostra regione è drammatica, con i numeri peggiori d'Italia specialmente in provincia di Udine. Udine è la prima provincia per nuovi contagi su 100.000 abitanti nell'ultima settimana (620), Gorizia è 5° in classifica (529). La nostra è la regione con più nuovi casi giornalieri nell'ultima settimana su 100.000 abitanti (65). Il Fvg è, inoltre, secondo per totale positivi su 100.000 abitanti, 1.225 (l'Emilia Romagna è 1° con 1.545). Nella classifica dei casi totali su 100.000 abitanti, la nostra regione è terza in Italia (7.231), così come è terza per il numero di nuovi ingressi in terapia intensiva su 1.000.000 abitanti, 41. Il Fvg ha lo stesso primato anche nella classifica dei morti totali su 100.000 abitanti (252), dietro Valle d'Aosta (334) e Lombardia (293): negli ultimi 7 giorni il Fvg è primo in Italia per deceduti su milione di abitanti (82). Per quanto riguarda la somministrazione vaccini, la regione Friuli Venezia Giulia è terza per dosi consegnate su popolazione, ma sono10 le regioni che hanno fatto meglio di noi nel somministrare le dosi ricevute fin ora.

Gestione emergenza Covid, Fedriga è il terzo governatore più apprezzato

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento