Cronaca

Ingegneri eccellenti, la triestina Gabriella Serafino premiata per la sua tesi di dottorato

L'ingegnera sarà premiata a Venezia per la sua tesi di dottorato riguardante un algoritmo in grado di ottimizzare la rotta degli aerei per ridurre le emissioni inquinanti anche in caso di un cambiamento di rotta repentino dovuto ad eventi imprevisti

Foto Pixabay

L'ingegnera triestina Gabriella Serafino, System Engineer presso la Leonardo (in cui ricopre il ruolo di Project leader per il progetto europeo “Clean Sky”), sarà premiata dalla giuria del bando della seconda edizione di "Ingegneri eccellenti" promosso dal Collegio Ingegneri Venezia, per la sua tesi di dottorato riguardante un algoritmo in grado di ottimizzare la rotta degli aerei per ridurre le emissioni inquinanti anche in caso di un cambiamento di rotta repentino dovuto ad eventi imprevisti. Gabriella Serafino presenterà la sua ricerca al pubblico nella bella cornice della Scuola Grande dei Carmini di Venezia sabato 10 luglio in occasione della seconda edizione del bando “Ingegneri Eccellenti”.

Il bando

Il bando prende in esame tesi di laurea o di dottorato in Ingegneria Civile, Industriale e dell’Informazione che approfondiscono temi e problematiche di interesse per il territorio della Città metropolitana di Venezia valutandole in base a molteplici criteri, fra cui la fattibilità della soluzione proposta, i risultati attesi, la metodologia di ricerca, l’interdisciplinarietà, l’originalità del tema prescelto.

La tesi di Gabriella Serafino

La tesi di Gabriella Serafino riguarda la possibilità di ridurre l’inquinamento degli aerei quando essi debbano cambiare rotta per evitare fenomeni metereologici imprevisti - un tema di notevole interesse per il territorio, sede di un importante aeroporto (classificato come quarto in Italia per traffico di passeggeri prima della pandemia da COVID-19).

Le altre tesi premiate

L’altra tesi tratta la quantificazione, sulla base di un modello numerico agli elementi finiti, della riduzione della portata dell’acqua scambiata tra la Laguna e il mare aperto nelle fasi di flusso e riflusso della marea (pari a circa il 10%), nonché la misurazione della diminuzione dell’intensità della velocità dell’acqua (fino a circa 10 cm/s) e dell’incremento del ritardo della fase di alta o bassa marea (fino a 4 ore) nei canali del centro storico di Venezia a seguito della costruzione delle opere fisse del Mo.S.E.. La terza tesi, che ha ricevuto la menzione dalla giuria, riguarda un problema di ampia portata che può provocare effetti rilevanti per le zone costiere, incluse quelle dell’Alto Adriatico: la velocità di scioglimento di parte della criosfera in conseguenza all’innalzamento della temperatura, scioglimento che la tesi propone di quantificare con una serie di algoritmi.

Il Collegio Ingegneri Venezia

Il Collegio Ingegneri Venezia, già di fatto esistente e operante con un proprio statuto dal 17 novembre 1951, è il Collegio che conta il maggior numero di iscritti in Italia. Il Collegio è una libera associazione con compiti professionali, culturali e promozionali che si prefigge di arricchire l’esperienza professionale e le conoscenze tecniche e culturali degli Ingegneri. Il Collegio Ingegneri Venezia partecipa a e promuove iniziative riguardanti lo studio e l’applicazione di soluzioni di ingegneria a problemi che influiscono in particolar modo sulla città di Venezia e sul suo territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingegneri eccellenti, la triestina Gabriella Serafino premiata per la sua tesi di dottorato

TriestePrima è in caricamento