menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Galluccio M5s: " tre cose Urgenti da fare in Regione per la Sanita'"

Riceviamo da Saverio Galluccio candidato presidente alle prossime regionali per il Movimento Cinque Stelle e pubblichiamo:Su un tema complesso come quello della sanità, tre cose mi sono molto chiare, dopo aver ascoltato con attenzione, in questi...

Riceviamo da Saverio Galluccio candidato presidente alle prossime regionali per il Movimento Cinque Stelle e pubblichiamo:
Su un tema complesso come quello della sanità, tre cose mi sono molto chiare, dopo aver ascoltato con attenzione, in questi giorni di intensa campagna elettorale, diversi professionisti del settore.
La prima riguarda il comparto infermieristico e del personale di assistenza.
La direzione regionale della salute dovrà essere ristrutturata prevedendo, fra l'altro, un'area dedicata e gestita da personale dirigente infermieristico.
Ciò per consentire una vera ed efficace pianificazione e programmazione dell'assistenza, che valorizzi le competenze e l'apporto scientifico degli infermieri attraverso il loro coinvolgimento diretto. Destra e sinistra, sin dal 1995, hanno sempre speso belle parole nei riguardi degli infermieri, ma nella sostanza hanno sempre agito con una mentalità amministrativo-burocratica, senza interessarsi davvero al potenziale che questi professionisti sono in grado di esprimere.

Gli infermieri costituiscono un asse fondamentale e imprescindibile della sanità regionale, e per questo vanno sostenuti con i fatti.

E per fatti, intendo non solo valorizzare la professione, portando alcune figure infermieristiche ad avere parte attiva nella commissione regionale, ma anche applicare presso le nostre aziende sanitarie nuovi modelli organizzativi capaci di coniugare il miglioramento della qualità assistenziale e la razionalizzazione delle risorse che ne deriva.

Il secondo aspetto riguarda la revisione dell'offerta delle prestazioni diagnostiche. Invertiamo la rotta al più presto.

Non più risonanze magnetiche eseguite su camion radiologici (pagando ditte esterne), ma potenziamento di alcune strutture, come richiesto più volte da sindaci e professionisti medici radiologi.

Il terzo aspetto riguarda un'azienda sanitaria in particolare.

E' necessario verificare lo stato dell'arte dell'integrazione tra ospedalieri e universitari presso l'azienda ospedaliero-universitaria di Udine. L'obiettivo finale è necessariamente quello del riequilibrio dei poteri tra le due ex strutture e il raggiungimento di un'effettiva integrazione.

Non vorrei che, in realtà, gli addetti o i dipendenti dell'ex azienda ospedaliera di Udine svolgano un carico di lavoro più alto rispetto ad altri.

Anche nel corso dell'ultima riunione sindacale, come peraltro tutti hanno potuto leggere sui mezzi stampa, è emerso che l'integrazione, di fatto, sta scritta nelle carte, ma non corrisponde alla realtà dei fatti.

Il mio preciso intendimento è di valorizzare tutte le componenti e, a questo proposito, ho le idee chiare sulle figure alle quali affidare il compito dell'eventuale verifica.

Saverio Galluccio - Candidato portavoce M5S FVG


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento