menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gazebo in via delle Torri per la Città Metropolitana, Russo: «Boom di firme e tanto entusiasmo»

Continua la raccolta firme per la città metropolitana nel gazebo in piazza della Borsa promossa dal senatore Francesco Russo: «venerdì è stato il primo giorno in piazza tra la gente e per tutto l'arco della giornata abbiamo avuto la fila di triestini che volevano firmare»

Continua la raccolta firme per la città metropolitana nel gazebo in piazza della Borsa promossa dal senatore Francesco Russo che riferisce «venerdì è stato il primo giorno in piazza tra la gente e per tutto l’arco della giornata abbiamo avuto la fila di triestini che volevano firmare e portare il loro supporto per questo grande progetto. Non c'è stato neanche il bisogno di fermare la gente in quanto veniva diretta a firmare. Nella prima settimana di sottoscrizioni online abbiamo già raccolto la bellezza di 1500 firme. La sensazione è che la gente abbia finalmente capito che abbiamo oggi l’opportunità di far avere a Trieste un ruolo molto più importante. Sul Porto Vecchio abbiamo già fatto cose importanti nei mesi scorsi, la città metropolitana può diventare lo strumento per avere Istituzioni più moderne ed efficienti per una città che ha voglia di tornare ad essere una capitale».

Per quanto riguarda il voto contrario ad unanimità del consiglio regionale il senatore Russo spiega che «forse hanno capito male perché la mia non voleva essere un’imposizione ma solamente un’opportunità in più e infatti il mio emendamento, la legge che ho promosso prevede che lo statuto della regione Friuli-Venezia Giulia possa istituire delle città metropolitane. E’ chiaro che ora la voce dei triestini si sta facendo sentire in maniera forte e speriamo che ci siano modalità e luoghi dove la regione possa discuterne non soltanto prendendo in considerazione la situazione triestina ma tutto l’assetto istituzionale. Trieste forte è utile anche per una regione forte».

«La pioggia di firme a cui stiamo assistendo in questi giorni  - conclude Russo - dovrebbe costringere la regione a mettersi tutti assieme attorno ad un tavolo ed a affrontare questo tema, Dal punto di vista formale il voto del consiglio regionale non cambia ciò che abbiamo deciso in Senato. Il Parlamento è sovrano quindi la legge può andare avanti nonostante il voto del Consiglio Regionale. Per cui andiamo avanti con il sostegno di tanti triestini che confido possano continuare ad affollare nelle prossime settimane il gazebo aiutandoci in questa nostra grande sfida per il futuro della città».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento