Cronaca

Giardino Pubblico, venerdì 24 aprile corso gratuito di orticoltura biologica urbana

Si conclude venerdì 24 aprile il percorso di formazione per giardinieri urbani consistente in un corso gratuito di orticoltura biologica urbana con lezioni pratiche "sul campo" e teoriche presso la Sala ARAC del del Giardino Pubblico

Si conclude presso la Sala ARAC del Giardino Pubblico “M. de' Tommasini” il percorso di formazione aperto a tutti per diventare contadini urbani. Promosso da Urbi et Horti in collaborazione con il Comune di Trieste, prevedeva un corso gratuito di orticoltura biologica urbana con preparazione teorica e pratica e accompagnamento in campo. Il prossimo e conclusivo appuntamento su “Il ruolo delle api nella tutela del territorio” con il medico veterinario Dott. Livio Dorigo è fissato per venerdì 24 aprile 2015 alle ore 17.30.

Il corso ha lo scopo di fornire strumenti e metodi utili per promuovere, progettare e realizzare esperienze di agricoltura sociale a livello territoriale e si rivolge a tutti coloro che vogliono imparare a diventare orticoltori o giardinieri urbani anche sul proprio balcone o che sono interessati a confrontarsi con il tema dei beni comuni. La partecipazione è gratuita.

Il programma prevedeva attività teoriche e lezioni pratiche “sul campo” e la docenza è stata affidata a esperti di agricoltura, botanica e tutela del verde. L'obiettivo dell'iniziativa è quello di rendere più belli e utilizzabili da tutti spazi, aree verdi e aiuole pubbliche, contribuendo a favorire la vivibilità cittadina. Il Comune di Trieste a questo scopo ha avviato un'azione di “co-responsabilizzazione”.

Nei precedenti incontri, salutati da una nutritissima presenza di pubblico, si sono trattati argomenti quali: “Dagli orti a KM 0, a quelli a impatto 0 … o quasi” con il Dott. Nicola Bressi, Direttore dei Civici Musei Scientifici; “Guida interattiva alla flora urbana” e “Biodiversità a Trieste” con il Prof. Pierluigin Nimis dell'Università degli Studi di Trieste.  Agli iscritti che hanno frequentato almeno 4 moduli verrà rilasciato un attestato di partecipazione

“Anche con questo corso che va a concludersi con grande successo - ha spiegato la coordinatrice del Gruppo Urbi et Horti, Tiziana Cimolino – abbiamo inteso proseguire nell'opera di promozione di una buona pratica di cittadinanza attraverso un percorso formativo di orticoltura biologica urbana con preparazione teorica e pratica e accompagnamento in campo condotto in collaborazione con il Comune di Trieste e Orti comuni con lo scopo di recuperare aree urbane degradate o non utilizzate nell'ottica della tutela del verde pubblico e come momento di socializzazione. Tale attività rappresenta un ampliamento degli “orti comuni” che hanno ha riscosso un ottimo successo con 27 orti sociali urbani e più di 250 persone coinvolte. Se negli orti si può praticare l'orticultura, qui si può  fare pratica di giardinaggio o potatura o sfalcio o abbellimento delle aiuole per rendere più fruibile la città e abbellirla incentivando la cultura degli spazi verdi. Si può scegliere di adottare e quindi mantenere in ordine e valorizzare aiuole, giardini, aree attrezzate e vi si possono svolgere varie attività e anche iniziative ecologiche. Come nell’ambito delle attività negli orti urbani, anche negli spazi verdi è prevista la partenza di corsi di giardinaggio e floricultura”.

Chi volesse avvicinarsi a questa nuova comunità di contadini urbani e ottenere tutte le informazioni del caso può ancora farlo, collegandosi con il sito della Rete Civica del Comune di Trieste https://www.comune.trieste.it o scrivere a orticomuni.trieste@gmail.com. Altre informazioni su https://urbiethorti.wordpress.com o sul profilo facebook orticomunitrieste.
Per agevolare gli interessati e fornire tutte le informazioni per adottare un orto o uno spazio verde è stato attivato anche uno Sportello Ambiente presso il Multicultura Center di via XXX Ottobre 8/a aperto il lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 16.30 alle 19.00, e il mercoledì e sabato dalle 11.00 alle 13.00.

Urbi et Horti è un progetto finanziato da CSV FVG in collaborazione con il Comune di Trieste e CSVFVG e le associazioni Bioest, Legambiente Trieste, AIAS, Per non subire, Comitato Pace e Convivenza Danilo Dolci, impronta Muggia, La Rete di Economia Solidale FVG.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardino Pubblico, venerdì 24 aprile corso gratuito di orticoltura biologica urbana
TriestePrima è in caricamento