menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura giochi nei parchi: in mille firmano la petizione per la riapertura

Dopo l'emissione dell'ordinanza da parte del Comune di Trieste, sul web si è scatenata la "rivolta" dei genitori. Partita la petizione sulla celebre piattaforma change.org

Il Comune di Trieste emette un'ordinanza che vieta ai bambini l'ingresso nelle aree gioco, parte sul web la petizione di protesta e in meno di una settimana arriva a mille firme.

Vietato l'ingresso nelle aree giochi: ecco l'ordinanza

A crearla è stata la pagina Diritti dei Bambini che l'ha indirizzata direttamente al sindaco del capoluogo regionale Roberto Dipiazza. "Oggi il sindaco Dipiazza ha fatto una ordinanza che vieta l'ingresso nelle aree gioco per i bambini. Sono proprio i bambini che continuano a pagare il prezzo più alto" si legge nelle motivazioni a corredo della petizione. 

"Tutto oramai è  permesso ma i bambini hanno il divieto di entrare nelle aree gioco, di svagarsi e stare tra bambini. Niente altalena e scivolo ma la movida non si ferma. Persa l'interazione con gli altri bambini in seguito alla chiusura delle scuole e degli asili, adesso l'ennesimo stop per creature che in questi mesi hanno sofferto, chiusi in casa e additati come untori". Infine, la raccolta firme chiede "al Sindaco di trovare soluzioni al DPCM e non vietare a priori". All'ora di pranzo le persone che hanno aderito alla petizione (che si pone di arrivare alle 500 firme) sono poco meno di 300. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Come preparare il lievito madre in casa

Cura della persona

Maskne: cause e rimedi per combattere la nuova acne da mascherina

social

Cucina triestina: la ricetta del baccalà mantecato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento