Giorno del Ricordo, il Pd lascia la cerimonia: "Basovizza palcoscenico destra sovranista"

Debora Serracchiani, Tatjana Rojc e Luigi Zanda hanno lasciato la foiba di Basovizza durante il discorso del senatore Maurizio Gasparri. "Questo giorno una solennità in cui si condivide pietà e giustizia, non un'occasione per spingersi alla ricerca delle telecamere"

"Basovizza viene ormai utilizzata come palcoscenico in cui sfila la destra sovranista". I discorsi tenuti durante la cerimonia per il Giorno del Ricordo che si è svolta questa mattina all'interno del monumento della foiba di Basovizza non sono piaciuti al Partito democratico. Debora Serracchiani, Tatjana Rojc e Luigi Zanda hanno infatti abbandonato il luogo della cerimonia verso la conclusione e durante l'intervento del senatore Maurizio Gasparri.  

In migliaia alla foiba, la cronaca della cerimonia

"Non un'occasione per spingersi alla ricerca delle telecamere"

"Come sempre da anni, il Partito democratico è presente a rendere omaggio alle vittime e agli Esuli dell'Istria, Fiume e Dalmazia - hanno affermato i dem -. Abbiamo partecipato al percorso che ha portato alla legge del 2004 e oggi testimoniamo la stessa convinta adesione ai principi che vi sono inscritti. Il nostro impegno è sempre maggiore affinché questo giorno sia una solennità in cui si condivide pietà e giustizia, e non un'occasione per spingersi in prima fila alla ricerca delle telecamere". 

"Chi nega le foibe è folle", le parole di Matteo Salvini

"Sfila la destra sovranista"

Al Partito democratico non è piaciuta l'atmosfera. "Basovizza viene ormai utilizzata come palcoscenico in cui sfila la destra sovranista". La decisione dei dem non è andata giù a Forza Italia che con Sandra Savino ha replicato alla scelta di abbandonare il luogo della cerimonia. "L'intervento di Gasparri è stato quello che ha raccolto più consenso - ha dichiarato la deputata e coordinatrice regionale dei forzisti - pur nella sobrietà di una cerimonia che non è un comizio di piazza, come forse immagina la Serracchiani".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica di Forza Italia

"Serracchiani dovrebbe rispettare questa tragedia, senza alimentare polemiche infondate. Ribadisco che il consenso per gli interventi che si sono tenuti è stato plateale e molto chiaro. Forse questo ha indispettito la Serracchiani che avrebbe potuto, anche quando aveva ruoli istituzionali, rendere un omaggio più sentito e palese in occasione di ricorrenze come questa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento