Cronaca

Giorno della Memoria, Fedriga: "Guardare alla Storia è un dovere"

Il Governatore del Friuli Venezia Giulia non ha potuto partecipare alla cerimonia ufficiale alla Risiera di San Sabba e ha mandato una nota. "La ricorrenza del 27 gennaio unisce l'intera regione nel commosso ricordo di una tragedia le cui cicatrici hanno lasciato indelebile segno su queste terre"

foto Montenero

"La ricorrenza del 27 gennaio unisce l'intera regione nel commosso ricordo di una tragedia le cui cicatrici hanno lasciato indelebile segno su queste terre". Lo afferma il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, evidenziando che "sebbene impedito a partecipare alle celebrazioni ufficiali, voglio far giungere forte il mio messaggio di vicinanza alla comunità ebraica e a chi ha vissuto sulla propria pelle orrori di cui la Risiera di San Sabba continua a essere, per il Paese tutto e per il Friuli Venezia Giulia in particolare, muta testimone".

"L'obbligo di guardare alla Storia"

"Mantenere vivi i valori che oggi ci stringono assieme - sottolinea Fedriga - è dunque un dovere che istituzioni e cittadini hanno, tanto nei confronti delle vittime quanto delle nuove generazioni: è a loro che, leggendo questa sanguinosa pagina di Storia, abbiamo l'obbligo di guardare - conclude il governatore - per poterla trasformare in strumento di giustizia e veicolo di libertà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno della Memoria, Fedriga: "Guardare alla Storia è un dovere"

TriestePrima è in caricamento