Cronaca

Giorno della memoria: gli eventi a Trieste per non dimenticare

Sono tante e diverse le iniziative organizzate dalla Comunità ebraica di Trieste. Gunter Demnig torna a Trieste per l'installazione di 13 nuove Pietre d'inciampo

Dal 27 al 31 gennaio la Comunità ebraica di Trieste organizza diverse iniziative per il Giorno della Memoria 2019. Tra gli eventi, il ritorno di Gunter Demnig a Trieste per l'installazione di 13 nuove Pietre d'inciampo, il 29 gennaio, e l'incontro che si terrà in Museo il 31 gennaio sull'antisemitismo in Polonia tra ieri e oggi, cui parteciperanno Tullia Catalan, Livio Sirovich e Monika Bulaj.

Programma

Domenica 27 gennaio 2019 - ore 18.00
Ridotto del Teatro Verdi, Sala “Victor de Sabata”, Riva Tre Novembre, 1: Oltre la Shoah, con l’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, diretta dal maestro Davide Casali.
Il concerto della memoria, a cura dell’Associazione Musica Libera, presenta quest’anno musiche di Jan Van Gilse, Vito Levi e Franz Schreker. Ingresso: 10 euro interi, 5 euro ridotti.
 
Domenica 27 gennaio 2019 - ore 20.00
Teatro Miela, piazza Duca degli Abruzzi 3: la compagnia amatoriale “Orot ha-Bimà” presenta La città senza ebrei adattamento teatrale dell’omonimo libro di Hugo Bettauer a cura di Daniela Misan. In collaborazione con l’ADEI WIZO – Trieste e sostegno delle Fondazioni Casali di Trieste. Hugo Bettauer (1872-1925) è stato lo scrittore più letto a Vienna nei primi anni Venti. Un intellettuale ebreo, impegnato in battaglie politiche e civili. L’intento dell’autore era quello di scrivere una vicenda paradossale ma risultò invece premonitrice di quanto sarebbe accaduto negli anni successivi.
Ingresso a offerta libera.

Martedì 29 gennaio 2019 - ore 10.00- 17.00 circa
Installazione di 13 nuove Pietre d’inciampo in 9 siti cittadini con la partecipazione dell’artista tedesco, loro ideatore, Gunter Demnig.
Continua nel 2019 l’iniziativa che ricorda le vittime della deportazione nei campi di concentramento e sterminio, con la collaborazione del Comune di Trieste, la partecipazione dell’Istituto Tecnico Statale G. Deledda – M. Fabiani e grazie all’autorizzazione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia. Sulla soglia delle loro ultime abitazioni viene incorporata una targa in ottone che propone sinteticamente i dati biografici ed il percorso di deportazione: un inciampo metaforico che vuole provocare il ricordo e la riflessione in chi vi si imbatte camminando per la città.


La giornata inizia alle ore 10 presso l’Arco di Riccardo con la presentazione dell'iniziativa e i saluti delle Autorità e prosegue poi fino a pomeriggio inoltrato, con il seguente programma indicativo:
10.00 Ritrovo in Via del Trionfo 3: saluti istituzionali.
10.30  Gunter Demnig inizia le installazioni con la posa della pietra d’inciampo per Marco Moise Mustacchi (Trieste, 1916 -  Dachau, 1945).
11.00 Trasferimento in via del Monte 1
11.15 ca Posa pietre per Saul Dubinsky (Poltava, 1885 - Auschwitz, data ignota), Ljuba Strilzov Dubinsky (Ekaterinoslav, 1887 – luogo e data ignoti) e Gina Dubinsky (Linz, 1918 - Auschwitz, 1944).
11.45 ca Trasferimento in via Torrebianca 22.
12.00 ca Posa pietra per Gino Parin (Federico Pollack Trieste, 1876 - Bergen-Belsen, 1944).
12.30 ca Trasferimento in via Filzi 17.
12.35 ca Posa pietra per Gisella Haffner (Jaros Bereny, 1876 - Auschwitz, 1944). 13.05 ca Trasferimento in via Valdirivo 42.
13.10 ca Posa pietra per Guido Maestro (Fiume, 1875 – Auschwitz, 1944).
--
14.30 Ritrovo in via del Toro 18 e posa pietra per Diamantina Barnestein (Istanbul, 1897- Auschwitz, data ignota).
15.00 ca Trasferimento in via Palladio 1.
15.10 ca Posa pietre per Salomone Akivà detto Carlo Maestro (Fiume, 1866 - Auschwitz, 1944) e Bice Rossi Maestro (Venezia, 1879 – Auschwitz, 1944).
15.40 ca Trasferimento in via Petrarca 5.
15.45 ca Posa pietra per per Enrico Löwy (Trieste, 1876 – Auschwitz, 1944) e Lidia Löwy (Trieste, 1901- Auschwitz, 1944).
16.15 ca Trasferimento in via Petronio 19.
16.30 ca Posa pietra per Lazzaro Belleli (Alessandria d’Egitto, 1906 -  Auschwitz, data ignota).

Giovedì 31 gennaio 2019 - ore 17.30
Museo della Comunità “Carlo e Vera Wagner”, via del Monte 7: proiezione del documentario di Haim Hect Two Barns (Israele 2014, 62 min.) sul pogrom di Jedwabne del 10 luglio 1941 in cui 1600 ebrei vennero massacrati.
Il documentario, basato sulle fondamentali ricerche dello storico Jan Tomasz Gross, affronta il tema dell’antisemitismo cattolico in Polonia tra ieri e oggi. Partecipano alla presentazione la storica Tullia Catalan (DiSU, Università di Trieste), lo scrittore Livio Sirovich e la fotografa e scrittrice Monika Bulaj. Ingresso libero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno della memoria: gli eventi a Trieste per non dimenticare

TriestePrima è in caricamento