Cronaca

Giorno del ricordo: cerimonia il 10 febbraio, deposte corone sui monumenti degli esuli

Interverranno il sindaco Dipiazza, il presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe Sardos Albertini e il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova per il Governo

La solenne cerimonia del “Giorno del Ricordo” avrà luogo domani, venerdì 10 febbraio alle 10, al monumento nazionale della Foiba di Basovizza a Trieste. Saranno ricordate ancora una volta le vittime delle foibe, dell’esodo giuliano dalmata e delle vicende del confine orientale del secondo dopoguerra, quest'anno la ricorrenza coincide con il 70° Anniversario del Trattato di pace, che sancì la sconfitta italiana nella seconda Guerra mondiale.

Presente un picchetto del Piemonte Cavalleria con la musica d'ordinanza della Brigata Alpina Julia, il programma prevede l’ingresso dei gonfaloni, l’alzabandiera, la deposizione di corone d'alloro,  la consegna delle medaglie ai famigliari degli infoibati, la celebrazione della Santa Messa con la lettura della preghiera per gli infoibati e di alcune poesie.  Seguiranno gli interventi delle autorità con il sindaco Roberto Dipiazza, il presidente del Comitato per i Martiri delle Foibe Paolo Sardos Albertini e il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova in rappresentanza del Governo. Al termine una delegazione si recherà a rendere omaggio alla Foiba di Monrupino.

Per la cerimonia del “Giorno del Ricordo”, la Lega Nazionale mette a disposizione autobus gratuiti per raggiungere la Foiba di Basovizza e partecipare alla solenne celebrazione. La partenza da Piazza Oberdan (lato Consiglio Regionale) sarà alle 9, il rientro a Trieste avverrà a fine cerimonia, intorno alle 12 circa. Per la prenotazione dei posti, rivolgersi alla Lega Nazionale, tel. 040 365343 – 348 5166126.

Giovedì 9 febbraio, inoltre, sono state deposte alcune corone dall'alloro su alcuni monumenti e luoghi che ricordano le ferite dell'Esodo. L'iniziativa, che ha visto presente per il Comune di Trieste l'assessore Angela Brandi, è stata curata dall'Associazione delle Comunità Istriane, A.N.V.G.D., FederEsuli, Liberi Comuni di Fiume, Pola e Zara in Esilio, Lega Nazionale, Unione degli Istriani  Libera Provincia dell’Istria in Esilio, Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. L'itinerario del ricordo ha toccato i monumenti all’Esodo di piazza Libertà, agli Infoibati, ai Caduti e alle Vittime dell'eccidio di Vergarolla sul colle di San Giusto, all’Esodo a Rabuiese e a Norma Cossetto nell'omonima via a lei dedicata nel rione di Chiarbola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del ricordo: cerimonia il 10 febbraio, deposte corone sui monumenti degli esuli

TriestePrima è in caricamento