Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Giovanna Botteri a Sanremo racconta l'inizio della pandemia

La giornalista triestina, co-conduttrice della finale, ha raccontato la sua esperienza come inviata in Cina durante il primo lockdown

Giovanna Botteri ha esordito nel ruolo di co-conduttrice nella serata finale di Sanremo 2021 non prima di aver raccontato la sua esperienza come giornalista inviata in Cina durante la pandemia. “Un anno fa quel nemico terribile lo avevamo visto arrivare, ma nessuno ci aveva creduto”, ha affermato dopo aver recitato le prime strofe del brano ‘L’anno che verrà’ di Lucio Dalla: “Poi i contagi e improvvisamente un Paese come la Cina si è bloccato all’improvviso”. Ad Amadeus che le ha chiesto come si fa a sostenere così a lungo la distanza dai propri affetti, la giornalista ha risposto svelando il suo modo di fronteggiare la nostalgia: “In qualche modo chi vive lontano e viaggia in altri continenti deve fare i conti con la distanza e per non sentirti solo cerchi di vedere il mondo in un altro modo”, ha affermato: “Devi vedere al di là della telecamera, vedi, immagini chi ti vuole bene e capisci che non c’è distanza. Questo è essere lontano, sentire il cuore della gente che è calore e affetto. Questa è la forza per non sentirsi soli, ce la faremo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanna Botteri a Sanremo racconta l'inizio della pandemia

TriestePrima è in caricamento