menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Giubbotti Straordinari" scalda i motori e prepara il raduno a Trieste

Il 7 dicembre prossimo presso l’Hop & Rock di via Machiavelli si terrà una serata dedicata ai "giubbotisti". Gli amministratori: "Fin da quando siamo nati la fanbase triestina si è sempre contraddistinta per numero e partecipazione"

I fan triestini della pagina Giubbotti Straordinari potranno "pompare" dal vivo e non più solamente sul web. Il 7 dicembre prossimo infatti, presso l'Hop & Rock di via Machiavelli la pagina dedicata al variopinto mondo frequentato da chi "ama parlare dei suoi giubbotti preferiti", si riunirà in una sorta di vero e proprio rito collettivo, animato dalla celebre predisposizione alla "diffusione della mentalità" giubbottista. 

La pagina

Sembra una presa in giro del kitsch targato anni Ottanta e Novanta ma, senza nulla togliere ad imprese sportive certamente di maggior risalto degli anni Duemila, quel "tutto vero" da prima pagina della Gazzetta dello Sport troverà spazio - e soprattutto convinzione - tra le decine di appassionati triestini e non che metteranno in mostra il "pantone" giubbottista, gli stili e quella particolare autoironia (witz ndr) che anima le terre nordadriatiche. Il locale dove si riuniranno i partecipanti viene inoltre definito una vera e propria Mecca "del giubbottismo" 

Cos'è GS?  

Osservando da vicino la fanpage nata il 7 novembre 2010, sono poco più di 5000 le persone che la seguono. Molte di esse sono residenti nel capoluogo regionale (o hanno un legame particolare con la città ndr) e seguono costantemente le parabole giubbottiste, che si identificano grazie ad un humor costante e capace di restituire il sorriso anche ai più scettici.

InkedGiubotti_LI-2

"Trieste è da sempre una delle capitali del GS - si legge in uno degli ultimi post -. Il motivo? Beh, sarebbe fin troppo facile pensare alla bora, alle sue ventate gelide, ma quello che veramente c’è dietro al Giubbottismo triestino è anzitutto la mentalità: ai residenti nel capoluogo giuliano piace pompare, c’è poco da fare". Secondo gli amministratori della pagina "fin dagli esordi la fanbase triestina si è sempre contraddistinta per numero, partecipazione e diffusione della mentalità giubbottista". Proprio per "queste ragioni, ci sembra giusto onorare i GS e i loro sostenitori, con un raduno triestino, ma aperto ovviamente a tutti coloro che da fuori Trieste vorranno unirsi".

Insomma, una sorta di anticipo di quello che sarà il vero e proprio "raduno nazionale" di GS che, a scanso di sorprese dell'ultimo minuto, dovrebbe essere in programma per il 5 gennaio prossimo. Siamo sicuri che qualche triestino sarà lì, a "pompare", magari sulle note di un pezzo del 1986 firmato Sugar Fornaciari che iniziava più o meno così. "Ho una canzone triste nel mio cuor, allegra ma non troppo, appena spunta il sol, e prendo il mio giubbotto, è una canzone soul". Sì, il finale è da cambiare però... potrebbe funzionare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento