Cronaca

Giuliani nel Mondo, al via stage per giovani discendenti di origine giuliana, istriana, fiumana e dalmata

Quest'anno per la prima volta una serie di incontri e di visite saranno organizzati in collaborazione tra quattro associazioni rappresentative dei corregionali all'estero (AGM, EFASCE, UES e ERAPLE), così come auspicato dall'Assessore regionale Gianni Torrenti

È iniziato oggi 13 luglio il XVII stage per giovani discendenti da emigrati di origine giuliana, istriana, fiumana e dalmata, organizzato dall’Associazione giuliani nel Mondo, col contributo della Regione, della Fondazione CRTrieste e della fondazione CARIGO.

Il soggiorno ha carattere formativo-culturale e si propone di favorire una maggiore conoscenza dell’ambiente, dell’economia, della storia, della cultura, dell’arte e delle tradizioni popolari della Venezia giulia e dell’Istria, nonché delle istituzioni e dell’attuale realtà della ricerca scientifica e tecnologica di Trieste, di Gorizia e della Regione Friuli Venezia Giulia.

Quest’anno per la prima volta una serie di incontri e di visite saranno organizzati in collaborazione tra quattro associazioni rappresentative dei corregionali all’estero (AGM, EFASCE, UES e ERAPLE), così come auspicato dall’Assessore regionale Gianni Torrenti.

I 14 giovani, provenienti dall’Argentina, dal Brasile, dal Cile, dagli Stati Uniti e dal Sudafrica, sono stati accolti nella sede dell’Associazione giuliani nel mondo dal Presidente onorario Dario Rinaldi, dai vicepresidenti Franco Miniussi ed Eugenio Ambrosi e dal Direttore Fabio Ziberna, che hanno portato ai partecipanti il saluto dell’Associazione ed illustrato loro le finalità ed il programma dello stage.

Nel pomeriggio i giovani hanno visitato il Castello e la Cattedrale di San Giusto, il Teatro Romano e la Città vecchia, sotto la guida di Mariastella Malafronte, membro del direttivo dell’Associazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliani nel Mondo, al via stage per giovani discendenti di origine giuliana, istriana, fiumana e dalmata

TriestePrima è in caricamento