La nomina

Giuliani nel mondo, Giorgio Perini è il nuovo presidente

Portatore di una ventennale esperienza di lavoro a Bruxelles, Perini verrà affiancato da Pamela Rabaccio e Marco Toncelli nel ruolo di vicepresidenti. Mandato nel solco della continuità, con uno sguardo attento ai circoli

TRIESTE - L’Associazione Giuliani nel Mondo ha eletto i suoi organi sociali per il prossimo triennio. Alla presidenza è stato chiamato Giorgio Perini, portatore di una ventennale esperienza di lavoro all’estero – a Bruxelles - e la cui famiglia ha conosciuto esperienze di emigrazione nel secondo dopoguerra, in particolare in Australia. Sarà affiancato da Pamela Rabaccio e Marco Toncelli come vicepresidenti, e da Lorenzo Pieri come tesoriere, individuati sulla base delle loro comprovate competenze ed attitudini.

Le altre cariche

Sono anche state attribuite deleghe specifiche – per materia o per area geografica - a singoli membri del direttivo, tra cui vale la pena menzionare quella a Chiara
Vigini per i rapporti con le comunità e le istituzioni dei territori di provenienza dei nostri emigrati non più facenti parte del territorio nazionale (oggi in Slovenia e Croazia). Perini ha espresso l’intenzione di perseguire il rinnovamento dell’associazione nel solco della continuità con i padri fondatori – Dario Rinaldi in primis – e con il presidente onorario Dario Locchi, che ha guidato l’associazione per 15 anni e non ha mai smesso di “ispirarla”, ponendo sempre grande attenzione ai nostri emigrati storici e agli esuli, e ai loro discendenti ma anche alle nuove generazioni che sempre più si sentono a casa in tutto il mondo, ma non per questo dimenticano i loro luoghi d’origine.

I circoli come la ragion d'essere

Ecco perché ai due vicepresidenti sono state attribuite le deleghe per i giovani (Rabaccio) e la mobilità professionale (Toncelli). Perini ha anche voluto sottolineare che i Circoli AGM nel mondo, ma anche in Italia (non dimentichiamo la diaspora, specie nel secondo dopoguerra, anche verso altre località italiane), sono la vera ragion d’essere dell’associazione e devono sempre essere messi al centro dell’attività dell’associazione, nel quadro della fruttuosa collaborazione con il territorio e le sue istituzioni in regione, che non è mai mancata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliani nel mondo, Giorgio Perini è il nuovo presidente
TriestePrima è in caricamento