menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giunta Comunale: "quasi 4 Mln di Euro in meno con le Ultime Manovre Nazionali"

Nel corso della sua odierna seduta la Giunta Municipale di Trieste, presieduta dal Sindaco Roberto Cosolini, ha discusso il tema delle possibili ricadute finanziarie sul Bilancio del Comune in conseguenza dell’approvazione da parte del Consiglio...

Nel corso della sua odierna seduta la Giunta Municipale di Trieste, presieduta dal Sindaco Roberto Cosolini, ha discusso il tema delle possibili ricadute finanziarie sul Bilancio del Comune in conseguenza dell'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del D.L. 138/2011 ora in discussione al Parlamento.
La quantificazione delle minori risorse che si renderanno disponibili sul Bilancio comunale appare allo stato attuale alquanto problematica vista la complessità e molteplicità delle norme che impattano sul finanziamento dell'Ente. Inoltre, sarà necessario considerare le possibili modificazioni che il Decreto legge potrà subire in sede di conversione in Legge, nonché gli auspicabili interventi della Regione Friuli Venezia Giulia che potrebbero elidere o quantomeno attenuare le ricadute sui bilanci degli enti locali regionali. Sul punto, infatti, si ricorda che la nostra Regione, essendo a Statuto speciale, dispone di una particolare autonomia finanziaria e amministrativa che gli consente di intervenire a sostegno dei bilanci delle autonomie locali.
In sintesi, gli effetti della normativa già vigente ex D.L. 98/2011 (c.d. "manovra di luglio") sommati a quelli della manovra correttiva di agosto ex D.L. 138/2011 ora in divenire, fanno prevedere una riduzione delle entrate a disposizione del Comune di Trieste per un importo che potrebbe essere compreso tra i 3,34 milioni di Euro e i 4,05 milioni di Euro.
La situazione, così come si presenta allo stato attuale, determinerebbe pertanto un rilevante disequilibrio di parte corrente, che la Giunta comunale affronterà sin d'ora con efficace immediatezza riservandosi ogni ulteriore intervento non appena il quadro normativo diventerà definitivo.

Nella seduta odierna è stata anche discussa la destinazione dell'avanzo di amministrazione 2010 ammontante a Euro 9,4 milioni, che verrà utilizzato per Euro 6,7 milioni al finanziamento di spese per investimento sugli esercizi 2011 e 2012 e per Euro 2,7 milioni per spese di funzionamento sull'esercizio 2011 e per la costituzione di fondi di accantonamento per i futuri equilibri di bilancio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento