rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Centralino bollente

Gli sfiati delle petroliere allarmano i triestini, due giorni di segnalazioni

Tra ieri 4 e oggi 5 giugno sono state numerose le telefonate giunte al centralino dei vigili del fuoco per segnalare presunte fughe di gas. La causa? Gli sfiati delle navi presenti in rada. L'odore degli idrocarburi scambiato proprio per gas

Da due giorni il centralino dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Trieste è bollente. La causa è da ricondurre alle moltissime telefonate che hanno segnalato "fughe di gas". In realtà, da ciò che si apprende, il forte odore - particolarmente nauseabondo - è conseguenza diretta degli sfiati delle sei petroliere, presenti in rada e in attesa di ormeggiarsi ai pontili Siot. Le navi presenti nel golfo di Trieste sono la Advantage Award, la Alatau, la Ionic Ariadne e la New Vision (tutte e quattro battenti bandiera delle isole Marshall), alle quali si aggiungono anche la Storviken (isole Bahamas) e la Scorpio (isole Vergini). Ormeggiata ai pontili in zona industriale invece risulta esserci la Zeynep (battente bandiera maltese). Nella giornata di ieri 4 giugno l'odore di idrocarburi - che in molti triestini hanno scambiato per gas - è stato particolarmente intenso nel rione di Roiano ma anche in tutta la zona delle rive. Decine le telefonate giunte in via D'Alviano ieri, ed altrettante quelle effettuate in tutta la giornata di oggi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli sfiati delle petroliere allarmano i triestini, due giorni di segnalazioni

TriestePrima è in caricamento