rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
sicurezza stradale

Gomme da neve: quando e dove scatta l'obbligo e cosa si rischia

Scatta anche su diverse strade del Friuli Venezia Giulia l'obbligo di montare pneumatici invernali o avere a bordo le catene da neve. Multe salate per i trasgressori

Come ogni anno ci risiamo. In molti si dimenticano della scadenza e, all'ultimo minuto, tutte e tutti a correre dal gommista per il cambio gomme invernali. Sembra quasi che chi ha stabilito le regole lo abbia previsto. L'obbligo di sostituire pneumatici con quelli da neve, per poter circolare su alcune arterie del Friuli Venezia Giulia, in realtà scatta oggi, 15 ottobre. Per fortuna, però, esiste una tolleranza di un mese per non incorrere in sanzioni. Ecco cosa si rischia se non si provvede quindi entro il termine ultimo del 15 novembre. Sembra lontano, eppure basta girarsi e ci saremo già.

Le multe

Come ricordato, l'obbligo prevede di montare pneumatici invernali o avere a disposizione nel bagagliaio le catene da neve da utilizzare in caso di necessità dal 15 ottobre (propora fino al 15 novembre) fino al 15 aprile 2022, anche qui con una proroga di un mese fino al 15 maggio.

Le sanzioni per chi circola su una strada con le gomme estive in inverno e senza catene a bordo, dove invece c’è l’obbligo di farlo, vanno da un minimo di 41 euro e fino a 168 euro nei centri abitati e da un minimo di 84 euro ad un massimo di 335 fuori dai centri abitati, su autostrade, strade extraurbane principali o similiari.

In caso di controllo delle forze dell’ordine oltre alla multa di 84 euro è prevista anche la sottrazione di 3 punti dalla patente con la possibilità che il veicolo venga sottoposto a fermo finché non lo si mette in regola. Inoltre, nel caso ci si trovi in città, si potrebbe essere anche accusati di guida pericolosa, con altri 39 euro di sanzione e la decurtazione di 5 punti dalla patente.

Le strade del Fvg dove vige l'obbligo

Ecco le principali strade statali in Friuli Venezia Giulia dove vige l'obbligo di pneumatici invernali o catene a bordo:

  • Strada statale54 ‘del Friuli’ da Cividale del Friuli (km 17,400) al Confine di Stato di Stupizza (km 34,121) e dal Valico Cave del Predil (km 81,325) al valico di Fusine (km 104,582);
  • SS52 Bis ‘Carnica’ da Tolmezzo (km 0.000) al Passo di Monte Croce Carnico (km 32,875);
  • SS13 ‘Pontebbana’ da Ugovizza (km 213) al Confine di Stato di Coccau (km 228,811);
  • SS14 ‘della Venezia Giulia’ dal Bivio ad H (km 161,150) al Confine di Stato di Pese (km 167,980);
  • raccordo autostradale13 ‘A4 – Trieste’ dallo Svincolo di Sistiana (km 0,000) allo Svincolo di Padriciano (km 21,411); 
  • RA14 ‘A4 – Diramazione per Fernetti’ dallo Svincolo con RA13 (km 0,000) al Valico di Fernetti (km 2,056);
  • SS202 ‘Triestina’ da San Dorligo della Valle (km 8,000) a Cattinara (km 14,640);
  • autostrada A ‘Sistiana – Rabuiese’ dallo svincolo RA 13 di Padriciano (km 21,400) allo svincolo di Cattinara (km 26,900);
  • SS202 Dir ‘Triestina’ da Cattinara (km 4.000) a Padriciano (km 7,450);
  • SS55 ‘dell`Isonzo’ dall’innesto con la SS 14 Racc. presso Sablici (km 2,922) a Gorizia (km 18,520).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gomme da neve: quando e dove scatta l'obbligo e cosa si rischia

TriestePrima è in caricamento