Bandito da Gorizia e sorpreso con arnesi da scasso, nei guai un 46enne

Un cittadino di origine bulgara era stato raggiunto da un provvedimento di divieto di ritorno nel capoluogo isontino. La Squadra Volante della Questura di Gorizia ha individuato l'uomo. Rischia fino a due anni di carcere

Lunedì 22 aprile la Polizia di Stato di Gorizia ha denunciato un cittadino bulgaro sorpreso in possesso di strumenti da scasso e sul quale pendeva un provvedimento di divieto di ritorno nel capoluogo isontino. L’operazione è iniziata nel primo pomeriggio di ieri, quando un equipaggio della Squadra Volante della Questura isontina, impegnata nei consueti controlli del territorio, ha notato l’uomo intento ad attraversare piazza Municipio.

Il controllo e gli accertamenti

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato e sottoposto ad un controllo dei documenti. Dalle verifiche è emerso che il 46enne era destinatario di un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Gorizia per la durata di tre anni. In merito a tale divieto il cittadino bulgaro non ha saputo fornire giustificazioni relative alla sua presenza in città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dagli accertamenti successivi è emerso che l’uomo aveva con sé una torcia e, per l’appunto, alcuni arnesi da scasso immediatamente sequestrati. Dopo queste attività il cittadino di origine bulgara è stato deferito all’autorità giudiziaria per violazione del divieto di ritorno. Il 46enne rischia da uno a sei mesi per questo reato, mentre per il possesso ingiustificato di grimaldelli la pena prevista va da sei mesi a due anni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il ministro Speranza ha deciso: tampone obbligatorio per chi torna dalla Croazia

  • Tamponi al rientro dalle vacanze in Croazia: cosa dice l'ordinanza

  • Bonus da 600 euro, anche il consigliere regionale Franco Mattiussi tra i beneficiari

  • Rifiuta le sue avances e lui le sputa addosso: sconcerto in piazza Libertà

  • Nascondeva un arsenale da guerra in casa: arrestato 60enne a Muggia

  • Obbligo di tampone al rientro dalla Croazia, le indicazioni dell'Azienda Sanitaria

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento